A- A+
Milano
Cadono in acqua per salvare il cane: trovate morte le due donne
Le due escursioniste che hanno perso la vita in Val Malenco

Cadono in acqua per salvare il cane: trovate morte le due donne

Sono state trovate entrambe morte Rosy Corallo e Veronica Malini, le due donne di 60 e 54 anni, originarie della provincia di Lecco, disperse da ieri dopo essersi gettate in un torrente in territorio Lanzada in Valmalenco (Sondrio). Le due escursioniste sono finite nel corso d'acqua nel tentativo di salvare il cane di una delle due nelle vicinanze del Rifugio Bignami a una quota di 2.500 metri. Le operazioni hanno visto all'opera tecnici del Soccorso alpino, VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna, il soccorso alpino della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. La prima donna è stata individuata circa 200 metri in basso rispetto a un ponticello della zona, mentre l'altra donna era a 150 metri sopra la diga.

Ragazze disperse in Val Malenco, tutti i soccorsi coinvolti

Per ore i tecnici del Cnsas (Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico), il Sagf (Soccorso alpino Guardia di finanza) e i Vigili del fuoco hanno collaborato nelle ricerche. Per il Soccorso alpino erano presenti otto tecnici, più altri in base per il coordinamento e per eventuale supporto ai colleghi sul posto. È stato utilizzato anche il drone del Cnsas. I soccorritori sono stati portati in quota dagli elicotteri di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) decollati dalle basi di Bergamo e di Caiolo (Sondrio), poi le squadre sono rientrate a piedi e con mezzi propri.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caneghiacciaio fellariaragazzetorrenteval malenco







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.