A- A+
Milano

Carcere di Bollate: detenuti sequestrano agente di polizia penitenziaria

Un agente di polizia penitenziaria e' stato aggredito da due detenuti di origine campana e poi sequestrato e rinchiuso in una cella. Ne da' notizia il sindacato Spp, specificando che l'episodio si e' verificato ieri sera intorno alle 22 al carcere di Bollate, a Milano. Il segretario nazionale del sindacato di polizia penitenziaria, Aldo Di Giacomo, ha raccontato che "i due detenuti di origini campane che si trovavano nel reparto isolamento, dopo essere stati accompagnati in infermeria, hanno aggredito il collega in servizio presso il reparto detentivo, poi hanno preso le chiavi della sezione e lo hanno rinchiuso nella cella". I due hanno approfittato del fatto che erano stati portati poco prima in infermeria e hanno minacciato il poliziotto "armati di strumenti rudimentali". La denuncia si fa ancora piu' grave, perche' - stando a questa ricostruzione - i "due detenuti avevano intenzione di aggredire un collaboratore di giustizia recluso nello stesso reparto, ma non sono riusciti ad aprire la cella dove era rinchiuso". L'agente rimasto chiuso in cella, ha urlato ed e' cosi' riuscito ad attirare l'attenzione dei colleghi e a farsi liberare.

La 'liberazione' e' avvenuto solo dopo "una lunga trattativa con i due rivoltosi" e si e' conclusa "senza che nessuno subisse danni", nemmeno il collaboratore di giustizia preso di mira. Il sindacato Spp denuncia "l'inadeguata condizione lavorativa in cui era costretto a operare l'agente a causa della carenza di organico e "le pessime le condizioni di lavoro in cui si e' costretti a operare a rischio della propria vita ogni giorno. In seguito all'episodio la sigla sindacale e il suo responsabile Di Giacomo hanno avviato "una campagna di sensibilizzazione e protesta dal nome "Da solo come soli sono i nostri colleghi, noi le vittime non i carnefici".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    carcere bollateagente polizia penitenziaria sequestrato






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia
    Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
    di Avv. Francesca Albi*
    Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.