A- A+
Milano
Carro pro-migranti e Carola: polemica leghista sul gay pride
Foto Facebook

Carro pro-migranti e Carola: polemica leghista sul gay pride

Anche un carro pro-migranti, con espliciti riferimenti ai fatti attorno alla Sea Watch ed alla capitana Carola Rackete, al Gay Pride in programma domani a Milano. E' l'iniziativa di Milano senza muri, rilanciata dagli organizzatori della manifestazione, che vedono il loro corteo come un' "occasione per parlare non solo dei diritti delle persone LGBT* ma piu' in generale di rispetto dei diritti umani e di solidarieta'". Il carro dei Migranti LGBT, promosso dal Progetto IO, Immigrazioni e Omosessualita', è sostenuto dal CIG Arcigay e dalla rete Corpo ai diritti. Il Progetto IO e' a sua volta una rete di soggetti (Certi Diritti, ArciLesbica Zami, il Grande Colibri', Lesbiche senza Frontiere, Ala onlus) che supporta da anni donne e uomini richiedenti asilo costretti a fuggire dal proprio paese a causa del loro orientamento sessuale.

Sardone (Lega): "Sinistra anti-italiana: che c'entra?"

Commenta Silvia Sardone, Lega: “La sfilata del Milano Pride di domani sarà aperta da un carro dedicato appositamente ai migranti, mentre la piattaforma Insieme senza muri ha invitato i partecipanti a indossare un nastro azzurro per esprimere solidarietà al capitano della Sea Watch 3. A questo punto vorrei capire cosa c’entrino i migranti e una nave che ha palesemente violato le leggi italiane coi diritti della comunità gay. Non ha nessun senso mischiare le due cose perché non sono collegate in alcun modo: ancora una volta la sinistra non ha perso occasione per dimostrarsi anti-italiana tirando in ballo ancora come sempre gli immigrati. Proprio non ce la fanno: gli extracomunitari sono la loro ossessione!”. Così Silvia Sardone, consigliere comunale ed europarlamentare della Lega. “A Milano, secondo i dati che ho ricevuto in risposta a diverse mie interrogazioni, le politiche di welfare finiscono sempre per premiare gli immigrati, quindi non capisco perché continuare a manifestare per loro. I sussidi per il sostegno al reddito per i nuclei familiari con minori (misura 1) finiscono per il 76% a famiglie straniere; l’80% delle bebè card è finito a mamme straniere (72% extracomunitari); agli stranieri viene elargito anche il 50% delle borse lavoro; il 72% dell’esenzione mensa per l’anno scolastico 2017-2018 è stato riconosciuto a famiglie straniere. Tutto questo a fronte del fatto che gli stranieri a Milano sono il 19% della popolazione. Dopo la parata del Pd a Lampedusa – chiude Silvia Sardone – siamo costretti ad assistere alla celebrazione della Sea Watch anche a Milano: ricordo alla sinistra che si tratta di una nave fuorilegge che sta sfruttando decine di migranti per condurre una battaglia politica contro lo Stato italiano. Ma per loro esistono solo i diritti Lgbt e gli immigrati ...”.

Commenti
    Tags:
    pride milanosilvia sardonecarola racketesea watch 3
    Loading...









    A2A
    A2A
    Acqua
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Rai, arrivano i nuovi vertici: tutti i nomi in pista. Il retroscena
    Non divorzio ma voglio risposarmi: rischio di subire delle conseguenze?
    di Dott. Luigia Messere*
    Vaccini, la burocrazia uccide l'Italia: Odissea per i residenti all'estero
    L'opinione di Tiziana Rocca


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.