A- A+
Milano
Caso Cospito, ok al trasferimento al carcere di Opera. Interviene Nordio

Nordio: "Tutela salute priorità assoluta"

Per Alfredo Cospito, anarchico al 41 bis nel carcere di Bancali a Sassari, è stato disposto il trasferimento al penitenziario di Opera, a Milano dove sarà detenuto presso il Servizio di Assistenza intensiva. Il carcere di Opera dove sara' trasferito nelle prossime ore Alfredo Cospito è dotato di un raggio destinato alla degenza dei detenuti malati, il cosiddetto Csi (Centro Sanitario Interno) che non ha invece il 'Bancali' di Sassari. Nel caso in cui le condizioni del recluso dovessero precipitare tanto da richiedere un ricovero, verrebbe trasferito all'ospedale San Paolo 'collegato' all'istituto penitenziario. 

Cospito, stabili le condizioni 

Ad ogni modo, non ci sarebbe stato un aggravamento di salute nelle ultime ore alla base della decisione di trasferire Alfredo Cospito dal carcere di Sassari a quello di Opera. Lo dice all'AGI il suo legale Flavio Rossi Albertini: "Le condizioni sono stabili. Io l'ho visto sabato e all'apparenza non stava cosi' male per come puo' stare un uomo che e' passato da 120 chili a 70 chili. E' comunque riuscito a sostenere un colloquio di un paio d'ore". Fonti qualificate confermano che il suo spostamento e' avvenuto "in via prudenziale" per garantire all'anarchico maggiori possibilita' di assistenza nel caso in cui la situazione dovesse precipitare.

Cospito: Piantedosi su 41bis, e' personaggio pericoloso

Il 41 bis in questo caso "e' stato applicato ad un personaggio di discreta pericolosita', valutata tale dagli organismi competenti. Si tratta di una persona condannata in via definitiva per gravissimi reati". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, ai microfoni di "Diario del giorno" sul Tg4. 

Nordio: "Tutela salute priorità assoluta"

Il caso Cospito, comunque, viene seguito "con la massima attenzione" dal ministro della Giustizia, Carlo Nordio, per il quale "la tutela della salute di ogni detenuto costituisce un'assoluta prioritaà". Il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, su espressa indicazione dei medici dell'Asl di Sassari - informa il ministero di via Arenula - ha disposto il trasferimento nella casa circondariale di Milano Opera. Il detenuto, in sciopero della fame, è arrivato nell'istituto penitenziario lombardo alle 17.45 di oggi. Il trasferimento e' stato disposto a fronte di un quadro clinico in evoluzione, affinche' il detenuto - che resta sottoposto al regime detentivo speciale di cui all'articolo 41bis - sia ospitato in una struttura detentiva piu' idonea a garantire tutti gli eventuali interventi sanitari necessari". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giustizia







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.