A- A+
Milano
Cenacolo accorpato nella Grande Brera
ultima cena cenacolo leonardo da vinci

Cenacolo accorpato nella Grande Brera

Il decreto del ministro del Beni culturali Alberto Bonisoli è oramai ufficiale: l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci non sarà più sotto diretta responsabilità del Polo Museale della Lombardia ma sarà parte integrante della Grande Brera. Un cambiamento netto, in termini di gestione. Due istituzioni accorpate, per un unico grande museo e un bacino potenziale di ingressi che sfiorerebbe il milione di euro, considerando gli investimenti in corso e gli sviluppi futuri. Infatti nel 2018 Brera, con l’apertura del caffè Fernanda, ha registrato un aumento del 6% rispetto al 2017, pari a 386.968 biglietti staccati (231.902 dei quali a pagamento) e a un introito netto di 1.903.943,70 euro; dal canto suo il Cenacolo – che tra il 6 maggio 2019, data della riapertura al pubblico della Sala delle Asse, e il 12 gennaio 2020, fine del programma “Milano Leonardo 500”, mette a disposizione un unico biglietto a prezzo speciale, per tutte le istituzioni milanesi legate alla figura del genio toscano – ha chiuso l’anno con 425.751 accessi (354.117 paganti) e un incasso netto di 3.150.810 euro.  (IMPRESE-LAVORO.COM)

Commenti
    Tags:
    cenacoloultima cenagrande brera







    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Quale Italia avremo tra 2 anni? Nasce Bussola Italia, a sostegno dell’economia
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Isagro: positivi i risultati nel 2020. La nuova strategia dà già i suoi frutti
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Giustizia penale, dalla Lega una proposta utile, ma la sinistra non la leggerà
    di Annamaria Bernardini De Pace


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.