A- A+
Milano
Città metropolitana: i precari dormono nell'atrio di Palazzo Isimbardi. FOTO
Città metropolitana: i precari dormono nell'atrio (da facebook)

Brandine e tende nell'atrio di Palazzo Isimbardi. Così i precari della Città metropolitana hanno trascorso la notte in presidio in attesa della riunione che oggi dovrebbe sciogliere il nodo sulla proroga dei contratti per i 41 lavoratori dell'ente. Dopo aver manifestato ieri con catene e striscioni, i lavoratori sono rimasti in presidio per tutta la giornata e anche la notte. Al centro della vertenza, i contratti che scadranno domani. Il Coordinamento Dipendenti Precari Città Metropolitana di Milano ha quindi rivolto un appello al sindaco metropolitano e alle istituzioni per una soluzione alla loro situazione auspicando almeno una proroga dei contratti in scadenza.

precari 04Città metropolitana: i precari dormono nell'atrio (da facebook)Guarda la gallery
Iscriviti alla newsletter
Tags:
città metropolitanapalazzo isimbardiprecari






A2A
A2A
i blog di affari
Covid, Lancenet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.