A- A+
Milano Città Stato
Milano Città Stato invita i candidati sindaco alla Triennale
Milano Città Stato

di # milanocittastato

Per una volta siamo di parte: vi invitiamo all’evento più visionario di questa campagna elettorale. Lunedì 30 maggio 2016, alle ore 12, il salone d’onore de La Triennale di Milano, tempio del design e palazzo dell’arte, si trasforma nella sala del confronto tra i candidati sindaco di Milano, sul tema: Milano Città Stato.

L’Associazione Milano, spin off dell’associazione Viviaio (www.associazionevivaio.it) e che ha concepito il progetto per Milano Città Stato (www.milanocittastato.it), ha invitato i candidati sindaco alle amministrative 2016 per confrontarsi sui temi e i progetti emersi dal lavoro e dai tavoli di ideazione di questi mesi.

IL PROBLEMA
Il punto di partenza è: ciò che accomuna tutte le migliori città d’Europa, ovvero Londra, Parigi, Madrid, Berlino, è l’autonomia dallo stato centrale che esse sono state in grado di ottenere in maniera sempre più crescente, da 20 anni a questa parte.Questo è avvenuto perché gli stati hanno capito che le grandi città delle diverse nazioni devono poter competere tra di loro. Questo Milano Città Stato auspica che accada anche a Milano, anche perchè ormai è chiaro che la nostra città si misura con le altre grandi città d’Europa: un giovane o un’impresa non lasciano più Milano per andare in altre città d’Italia ma sempre più spesso se ne vanno all’estero,  in città come Berlino, Londra o Dublino. Perchè Milano possa giocarsela con loro occorre che abbia il loro stesso potere.

LA PROPOSTA
L’articolo 132 della Costituzione italiana dà la possibilità ad un’area di almeno 1 milione di abitanti di  costituirsi regione. Quello che chiediamo è che Milano possa esercitare un suo diritto per poter competere alla pari con le città con cui si deve confrontare.

PERCHE’ I CANDIDATI SINDACO?
Il progetto per una Milano più autonoma può diventare realtà se c’è condivisione di gran parte del mondo politico. Per capire chi è favore di una Milano più forte e più libera, sono stati invitati tutti i candidati sindaco. Vedremo il 30 chi di loro ha accettato di parlare di questo tema e chi si impegna a favore di Milano Città Stato. Alla fine dell’incontro si darà la possibilità a tutti candidati sindaco e partecipanti all’evento, di firmare un manifesto di comunanza di intenti per la creazione di una città stato, nel rispetto dei principi costituzionali e normativi.

L’EVENTO
lunedì 30 maggio – ore 12
presso La Triennale di Milano
viale Alemagna, 6 – Milano. Diretta streaming: Corriere.it 
Iscrivi all’evento sulla pagina Facebook: Evento
Ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti). Prenotazione  obbligatoria:info@milanocittastato.it
#milanocittastato | #milano2016

Tags:
milano città statotriennale di milano
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Confassociazioni. Michele Ficara Manganelli nel direttivo Media & Informazione
Paolo Brambilla - Trendiest
Politecnico online. 5° Report Italiano Crowdinvesting martedì 21 luglio 2020
Paolo Brambilla - Trendiest
Ascolti tv, Giorgino rifiuta “Uno Mattina”. E spunta l’indiscrezione bomba
Francesco Fredella


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.