A- A+
Milano
Clinica degli orrori', Corte dei conti contesta danno da 4 milioni

La Procura della Corte dei Conti della Lombardia contesta un danno erariale da quattro milioni di euro alla casa di cura Santa Rita di Milano (attuale istituto clinico citta' studi) e ad alcuni ex medici della clinica. Al centro del procedimento, scaturito dall'inchiesta che ha portato alla condanna all'ergastolo dell'ex primario di chirurgia toracica della cosiddetta 'clinica degli orrori', Pier Paolo Brega Massone, ci sono presunti rimborsi indebiti "ottenuti in danno del Sistema sanitario regionale". Alle persone accusate del danno erariale e' stato notificato oggi l'invito a dedurre. "Si tratta di vicende successive al biennio 2005-2006 - si legge in una nota della Procura della Corte dei Conti - diverse rispetto alle condotte gia' oggetto di un precedente giudizio definito con sentenza di condanna attualmente in fase di appello". Le indagini, coordinate dal procuratore regionale Antonio Caruso e dal pm Antonino Grasso e condotte dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Milano, hanno portato anche a un sequestro conservativo nei confronti delle persone fisiche coinvolte.

Tags:
santa ritaclinica degli orroricorte dei conti







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.