A- A+
Milano
Colombo, dal consiglio regionale all'ospedale: Io, politico con il Coronavirus
Marco Colombo

Colombo, dal consiglio regionale all'ospedale: "Io, politico contagiato"

E’ un virus democratico il ‘Corona’: colpisce a tutti i livelli e non soltanto - o almeno non più soltanto - gli anziani. Quando si viene contagiati si ha paura, anche se si è giovani e si è avuta una carriera sfolgorante. Ma si può anche reagire con una inaspettata forza: è il coso di Marco Colombo, consigliere della Lega al Pirellone, quarantasei anni, sindaco della sua comunità, Sesto Calende, per 9 anni, ora ricoverato a Varese in terapia subintensiva, dopo aver scoperto di essere positivo. “È difficile far diventare negativa una persona positiva come me”, scherza, raggiunto al telefono da Affaritaliani.it Milano. E gioca con un aggettivo che abbiamo ormai imparato ad associare alla malattia.

L’immagine che vuole diffondere di sé è sempre quella che lo ritrae vicino alla bandiera verde con la rosa camuna, simbolo della Regione Lombardia, anche se in questo momento, un selfie dice della necessità di stare al letto, attaccato ad una mascherina di ossigeno. “Sto bene, miglioro - sorride - e vorrei parlarle dei lombardi. Farlo come piace fare a me, chiamandoli con le tre S. ‘Spericolati’, perché per raggiungere i nostri obiettivi siamo pronti a tutto, ma rispettiamo sempre le leggi. ‘Sognatori’ perché vogliamo aziende floride, posti di lavoro e case sempre più belle. Ma anche ‘soli’ perché non abbiamo mai nessuno da Roma che ci aiuta. Ma va bene così”.

L’impeto regionalista non si spegne nonostante le cure “pesanti”: “Stanotte ho cominciato una cura di antivirali - spiega - che vengono usati per l’Aids. E’ un po’ pesante, ma almeno così guarisco”.

Quale pensiero fa evadere da una stanza d’ospedale e dalla paura di aver contratto il virus?: “I nostri meravigliosi orizzonti, i nostri paesi, le nostre comunità. Con questi stimoli in Lombardia guariamo tutti”.

Il ringraziamento, come dovuto, va ai medici e al personale dell’ospedale: “Sono entrato, giustamente, come il signor nessuno e mi hanno trattato come il presidente della Lombardia. Che bello”. Perché in una lettiga - non è scontato ripeterlo - si è tutti uguali “e questo rivela il grande valore” di chi cura.

Solo due giorni fa un post su Facebook, ha fatto ‘circolare la voce’ sulla sua identità nei reparti, ma “anche ora che mi hanno ‘scoperto’ non è cambiato nulla”, garantisce.

Loading...
Commenti
    Tags:
    marco colombocoronavirusregione lombardia










    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    La mediazione creditizia al servizio delle PMI
    Gianluca Massini Rosati
    Covid, così lo speculatore finanziariao lucra più di prima
    Di Diego Fusaro
    GreenFashionWeek 27-29 novembre 2020. Appuntamento con la moda sostenibile
    Redazione Trendiest News


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.