A- A+
Milano
Coppia all'acido, il parto è vicino: Martina uscirà dal carcere
Alexander Boettcher e Martina Levato

A giorni Martina Levato partorirà il figlio che attende da Alexander Boettcher. I giudici hanno stabilito che la donna, dopo il parto, non rientrerà in carcere ma sarà condotta con il neonato in un centro a "detenzione attenuata". Il presidente aggiunto dei gip Claudio Castelli ha dunque accolto la proposta del pm Marcello Musso di trasferire la Levato all'Icam, che può ospitare le madri detenute con figli sino a tre anni. Si tratterà tuttavia di un passaggio temporaneo, in attesa che il Tribunale dei minori di Milano si pronunci sul futuro del figlio della coppia dell'acido, già condannata per l'aggressione ai danni di Pietro Barbini e a processo per altri episodi analoghi. Le opzioni possibili prevedono l'affido con relativa adozione - e in questo caso la madre tornerebbe in carcere - o lasciare il piccolo con la madre in una struttura protetta.

Una cosa è certa: niente domiciliari per la donna, della quale il tribunale sottolinea la "spiccata propensione a delinquere" che induce "a ritenere prevalente, rispetto al suo stato di gravidanza, la contrapposta esigenza di tutelare la collettività dal concreto pericolo di reiterazione di analoghe condotte criminose".

Tags:
martina levatoalexander boettcheraggressione con acidopietro barbini






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.