A- A+
Milano
Coppia dell’acido, Alex: "Affidatemi mio figlio. Voglio vederlo"
Alexander Boettcher e Martina Levato

Alexander Boettcher, condannato a 14 anni per un'aggressione con l'acido assieme all'amante Martina Levato, si è costituito come parte, attraverso i suoi legali, nel procedimento di adottabilità del figlio, partorito a Ferragosto dalla ragazza. Nell'atto il broker chiede, in sostanza, che il bimbo venga affidato a lui o alla nonna paterna e di poter vedere il piccolo al più presto con la regolamentazione delle visite, come accaduto per la giovane.

Come spiegato dal legale Valeria Barbanti e riportato dal Secolo XIX - è stato depositato al Tribunale per i Minorenni un atto con il quale Alexander, dopo la conclusione della procedura di riconoscimento del bimbo, "è entrato formalmente nel procedimento assieme alla madre Patrizia Ravasi".

 

I legali del broker si attendono - si legge ancora sul quotidiano genovese - che "almeno entro la prossima settimana", i giudici minorili o i servizi sociali comunichino ad Alexander e alla nonna tempi e modalità delle visite al bimbo, concesse nel provvedimento dei magistrati emesso nei giorni scorsi. Per quanto riguarda le visite di Martina e dei nonni materni sono già state regolate dai servizi sociali.

Tags:
coppiaacidomilanoalexaffidatementofiglio







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.