A- A+
Milano
Coppola vende in Porta Vittoria con lo sconto: "solo" 320 milioni per chiudere i conti col fisco

E' confermata la decisione della famiglia Coppola di cedere il complesso immobiliare di Milano Porta Vittoria a Prelios, accontentandosi di un valore piu' basso, circa 320 milioni, rispetto al valore effettivo dell'iniziativa. La conferma viene da fonti vicine all'operazione che ribadiscono come dalla cessione del complesso milanese, l'immobiliarista potra' ricavare le risorse per onorare l' ultima parte di un maxi accordo formalizzato nel 2010 con l' Agenzia delle entrate, di circa 200 milioni, dei quali circa 160 gia' pagati ad oggi. La vendita permettera' a Danilo Coppola di completare, in tempi brevi, il pagamento del saldo di circa 30 milioni dovuto al fisco.

Danilo Coppola aveva inoltre una opzione di riacquisto del 100% di Ipi dalla famiglia Segre pagando 50 milioni, che ha ceduto a Porta Vittoria in cambio di un aiuto proprio per pagare l' ultima parte mancante all' Agenzia delle entrate. Questi sono i due motivi che hanno spinto l'immobiliarista ad accettare un prezzo più basso per la cessione del complesso milanese che si sviluppa su una superficie di oltre 140mila metri quadri a prevalenza residenziale.

Tags:
danilo coppolaporta vittoria







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.