A- A+
Milano
Coronavirus, il Pd: "Lombardia, non è andato tutto bene"
vinicio peluffo

Coronavirus, il Pd: "Lombardia, non è andato tutto bene"

Il Pd lombardo avvia una nuova campagna di mobilitazione sulla sanità. "In Lombardia non e' andato tutto bene. E' ora di cambiare!": e' questo lo slogan scelto. L'obiettivo dei promotori è che "gli errori del passato sull'emergenza Covid19 non si ripetano in futuro". A partire da domani e per i prossimi due fine settimana militanti, consiglieri e parlamentari del Pd saranno in tutte le province lombarde con oltre cento banchetti per avviare un confronto con i cittadini sulla proposte per cambiare la legge 23 del 2015 che regola la sanita' lombarda, varata dalla giunta Maroni e la cui sperimentazione scadra' quest'anno. Ai cittadini sara' chiesto anche un giudizio sull'operato del governatore Attilio Fontana e dell'assessore al Welfare Giulio Gallera, attraverso un sondaggio on line al quale si potra' partecipare inquadrando con il cellulare il codice Qr stampato sui volantini che saranno distribuiti.

"I numeri sono sotto gli occhi di tutti: in Lombardia il sistema sanitario non ha retto l'impatto della pandemia e la gestione esistente non da' sicurezza per i prossimi mesi. La legge regionale in vigore, voluta da Maroni e portata avanti da Fontana, e' una sperimentazione che si concludera' a giorni. Per noi questa e' l'occasione per cambiare radicalmente la sanita'" ha spiegato il segretario lombardo del Pd Vinicio Peluffo durante una diretta Facebook. "E' tempo di uscire dagli schermi e tornare nelle piazze, rimaste troppo tempo vuote per l'emergenza Covid - ha aggiunto il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul -. Vogliamo immaginare una nuova sanita' lombarda partendo dal confronto con i cittadini".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirus lombardiapd lombardia






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani
    Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
    di Avv. Maria Grazia Persico*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.