A- A+
Milano
Corteo antifascista da piazzale Loreto: fumogeni e cori contro il Governo

Il corteo antifascista da piazzale Loreto

Sono tra i quattromila e i cinquemila i manifestanti che si stanno radunando a Piazzale Loreto, per la manifestazione dedicata alla memoria di Dax, Davide Cesari, militante antifascista ucciso a Milano vent'anni fa. 

Attualmente, secondo la questura, sono circa 1500 le persone al momento presenti alla manifestazione antifascista indetta per il ventennale della morte di Davide Cesare, detto 'Dax', l'anarchico ucciso a coltellate il 16 marzo 2003 da tre esponenti dell'estrema destra in zona Navigli.

Per l'occasione il questore di Milano Giuseppe Petronzi ha disposto, un dispositivo di ordine pubblico, con Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza e, per la parte di competenza, la Polizia Locale. Dalle 13.30 circa, diversi gruppi, partendo dalle vie limitrofe, si sono recati verso piazzale Loreto per l’inizio del corteo che è incanalato sulla via Costa in direzione esterno città. 

Il corteo per le vie di Milano

Il corteo è partito da piazzale Loreto, in piazza antagonisti e anarchici arrivati a Milano da tutta Italia e anche dall'estero. Decine le bandiere dei movimenti No Tav, dei Cobas e e vessilli con la scritta "Dax resiste" esposti dai manifestanti insieme alle bandiere rosse del partito Comunista. Ad aprire il corteo un maxi striscione con la scritta "Dax 16-03-2003. Ucciso perché militante antifascista".

Prima dell'avvio della manifestazione sono stati accesi diversi fumogeni rossi e bianchi. Si temono disordini legati al caso di Alfredo Cospito, l'anarchico detenuto al 41 bis in sciopero della fame da 5 mesi contro il regime di carcere duro. Decine di agenti di polizia e carabinieri, in tenuta antisommossa, presidiano il perimetro della manifestazione anche con camionette e mezzi blindati.

Riccardo De Corato (FdI): "da anarchici odio e insulti per il Governo"

In merito alla manifestazione partita da Piazzale Loreto si è espresso anche il deputato Riccardo De Corato. "Questo pomeriggio Piazzale Loreto e' stato riempito da alcune migliaia di manifestanti - ha detto - che come avevo preannunciato hanno urlato e manifestato tutto il loro odio nei confronti del Governo e delle Istituzioni oltre a paralizzare il traffico nel centro città. Gli anarchici, come loro consuetudine, hanno rivolto anche insulti verso le Forze dell'Ordine che, per l'occasione, erano in migliaia anche loro e hanno chiuso tutte le direttrici, da Nord a Sud, che collegavano il piazzale. Come al solito - ha proseguito - ci sono state le solite scritte sui muri a favore sia di Davide Cesare sia di Alfredo Cospito, oltre ai soliti striscioni di odio profondo. Ormai, la cittaà è diventata il palcoscenico preferito degli anarchici che, sistematicamente, organizzano cortei e manifestazioni per esprimere la propria insoddisfazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
antifascismo







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.