A- A+
Milano
Cosa mangia Milano? Food Policy, al via le assemblee pubbliche
Cibo alimentazione

A Milano si parla di Food Policy. Da sabato 9 a giovedì 14 maggio, in tutte le nove zone della città ci saranno assemblee pubbliche per ascoltare le opinioni dei milanesi sulla strategia che definirà il rapporto della città con il cibo nei prossimi anni. Il percorso verso la Food Policy è iniziato a luglio dell’anno scorso con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e Fondazione Cariplo. È stata poi scattata la fotografia di “come mangia Milano” scoprendo, ad esempio, che i milanesi preferiscono fare la spesa al supermercato (78%), ma che in città esistono più di 80 gruppi di acquisto solidale; che oltre 100 mila nuclei familiari vivono in condizioni di povertà relativa, ma che le famiglie milanesi sprecano in media ogni anno il valore di un mese di spesa (circa 400 euro).

PISAPIA: "CITTA' PIU' SOSTENIBILE"/ “Una città più sostenibile e più giusta può essere costruita solo attraverso una progettazione partecipata – dichiara il sindaco di Milano Giuliano Pisapia –. Per il ruolo centrale che assume l’alimentazione nella vita e nello sviluppo di una metropoli, è quindi fondamentale confrontarsi con tutti gli attori interessati. È per questo che invito imprese, società civile e cittadini a contribuire con proposte concrete alla elaborazione di una politica strategica per fare di Milano una città alimentata in modo sempre più sano ed equo”.

PRATICHE SALUTARI/ Molte città del mondo, da Londra a New York, da Toronto a Melbourne, hanno da tempo politiche sull’alimentazione, prevedendo misure quali il contrasto all’obesità attraverso una distribuzione più capillare di cibo sano nei quartieri a rischio, consulenze a ristoranti per ridurre lo spreco, sostegno agli orti urbani. Anche Milano ha già intrapreso alcune azioni che rafforzano l’impegno su temi centrali per la Food Policy come l’introduzione del sacchetto “salvamerenda” nelle mense scolastiche, che incoraggia i bambini a portare a casa avanzi non deperibili, o l’accorciamento della filiera di Milano Ristorazione.

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI/ Agli incontri nelle zone sarà presentata la ricerca sul sistema alimentare milanese “Le 10 questioni della Food Policy”. Questo il calendario delle consultazioni: Zona 1, lunedì 11 maggio 17.30-20.00 – Casa delle Associazioni e del Volontariato, via Marsala, 8; zona 2, giovedì 14 maggio 17.30-20.30 – Anfiteatro Martesana, via Agordat; zona 3, sabato 9 maggio 9.30 – 12.30 – Auditorium, via Valvassori Peroni, 56; zona 4, sabato 9 maggio 17.00 -20.00 – Arci Corvetto, via Oglio, 21; zona 5, sabato 9 maggio 10.00- 12.30  – Sala W.Tobagi consiglio di zona 5 Via Tibaldi, 41; zona 6, lunedì 11 maggio 16.30 -19 – sala R. Ornella Consiglio di Zona, viale Legioni Romane, 54; zona 7, sabato 9 maggio 17.00 -19.00 – Consiglio di Zona 7, via Anselmo da Baggio, 55; zona 8, sabato 9 maggio 11.00 -13.00 – Biblioteca gallaratese, via Giacomo Quarenghi, 21; zona 9, sabato 9 maggio 16.00-18.00 – Auditorium Cassina Anna, via Sant’ Arnaldo, 17

URBAN FOOD POLICY PACT/ Le consultazioni pubbliche culmineranno, il 14 giugno, in un’assemblea cittadina. Il 16 ottobre, giornata mondiale dell’Alimentazione, sarà poi firmato l’Urban Food Policy Pact, il patto internazionale dei sindaci sulle politiche alimentari urbane, cui stanno lavorando una quarantina di città di tutto il mondo.

Tags:
giuliano pisapiafood policyalimentazione







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.