A- A+
Milano
Cronaca Milano, neonato morto nel water di casa: avviata inchiesta

Orrore in Corvetto, Milano: allertati per un presunto "parto in casa", i soccorritori del 118 sono arrivati nell'appartamento di uno stabile di edilizia popolare abitato da una famiglia rumena ed hanno fatto l'agghiacciante scoperta. Un neonato nel water, a testa in giù e privo di sensi, di colore grigio. La famiglia, madre, padre, altri tre figli e la sorella della donna - che aveva allertato il 118 - era seduta a tavola. I volontari hanno recuperato il bimbo e tentato disperatamente di rianimarlo nell'apparente indifferenza dei genitori, che non avrebbero nemmeno liberato il tavolo per fare spazio ai tentativi di salvataggio, avvenuti così sul piano della lavatrice. Ma tutto, compresa la corsa al Fatebenefratelli, è stato inutile ed il bimbo, nato al settimo mese, non ce l'ha fatta.

I fatti, come riporta Repubblica, risalgono al 28 luglio scorso. E sulla tragedia il pm Antonio D'Alessio ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati e ipotesi di reato. Chiesta l'autopsia sul corpo del piccolo. Diversi i punti da chiarire e soprattutto le eventuali responsabilità dei famigliari per quanto accaduto.

Tags:
neonatocorvettoantonio d'alessio






A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Brunetta non va al Premio Socrate: c'è Palamara
Green Pass, il lasciapassare per i sudditi del capitalismo terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.