A- A+
Milano

“I militari per la sicurezza sui treni non arriveranno. Purtroppo non era difficile prevederlo: un Governo di centrosinistra non ha nel Dna la questione sicurezza -così il vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia–Alleanza Nazionale in Regione Riccardo De Corato -. A questo punto è inutile aspettare ancora, la Regione deve procedere da sola per garantire ai controllori e ai passeggeri di lavorare e viaggiare in sicurezza. Mettiamo due vigilantes per ogni vagone. Settimana scorsa abbiamo presentato una mozione a riguardo: subito dopo la feroce aggressione al capotreno ci siamo mossi, capendo che questa situazione poteva solo peggiorare. Infatti due giorni fa abbiamo dovuto assistere a un’altra aggressione, vicino a Treviglio, ai danni di un capotreno e un passeggero. Quanto ancora dobbiamo aspettare? Da Roma non arriveranno aiuti, muoviamoci subito noi con i vigilantes prima che succedano altri gravi fatti”.

Tags:
riccardo de coratotrenisicurezzamatteo renzivigilantesesercito







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.