A- A+
Milano
Il Parco delle Risaie è tra i percorsi di Expo. Ma è lasciato al degrado

E' inserito tra i percorsi suggeriti in occasione di Expo 2015. Chissà se prima o dopo qualcuno abbia mai provato a rendere questo splendido luogo anche presentabile. Stiamo parlando del Parco delle Risaie, un'area di immenso valore agricolo nella quale, tra l'altro, viene coltivato da secoli il riso Carnaroli. Senza contare la bellezza e l'importanza socioculturale delle cascine attive sul suo territorio nonché della bellissima chiesetta di San Marco al Bosco.

Si tratta vasta 650 ettari, poco più di un centesimo dell'intero Parco Sud, che è in grado di fornire ogni anno 60mila piatti di riso prodotto "sotto casa" veramente a chilometro zero da un suolo tra i migliori del continente. Insomma, verrebbe da dire che il vero Expo sarebbe proprio qui, tanto più che, come detto, si tratta di una zona consigliata proprio in occasione dell'Esposizione Universale.

Peccato che il Parco delle Risaie viva in una situazione di costante degrado e abbandono, come denunciato dal Consigliere di Zona 5 Massimiliano Toscano, che nello scorso maggio ha rivolto un'interpellanza al Comune di Milano e alla Regione Lombardia dopo una lunga serie di sconfortanti sopralluoghi che hanno portato alla luce la costante presenza di rifiuti sulle strade, in recizioni private, sugli argini delle rogge. Non solo: intere strutture sono a rischio crollo e i cartelli sono praticamente del tutto ingialliti.

LEGGI L'INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE DI ZONA 5 MASSIMILIANO TOSCANO CON LE FOTO DEL DEGRADO AL PARCO DELLE RISAIE

Una situazione di abbandono che mette in imbarazzo la città, la Regione e lo stesso Expo. Eppur si muove, però. Già, perché proprio negli scorsi giorni sono arrivate le prime risposte concrete dagli uffici comunali delle Emergenze Ambientali, che ha avvisato di aver rimosso i rifiuti presenti sulla strada e aver avviato delle procedure per la rimozione dei rifiuti presenti in aree private. Risposte dettagliate sono arrivate anche dalla Direzione Generale Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile della Regione Lombardia, che ha ricordato l'avvio di iniziative e progetti finanziati da Expo, Fondazione Cariplo e la stessa Regione per la valorizzazione del Parco delle Risaie e ha promesso la sostituzione dei cartelli perimetrali del parco rimandando, per quanto riguarda i rifiuti, al comune.

Si tratta di risposte che il consigliere del Gruppo Misto Massimiliano Toscano giudica "interessanti", ma ricorda che "molto ancora sarà da fare per riqualificare e valorizzare questa risorsa naturale di Milano". Sì, perché prima o poi qualche turista o visitatore di Expo potrebbe seguire i consigli e fare un giretto per il Parco...

Tags:
parco delle risaie







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.