A- A+
Milano
Donne iraniane, mozione di solidarietà del Consiglio regionale

Donne iraniane, mozione di solidarietà del Consiglio regionale

È stata presentata oggi in Consiglio regionale della Lombardia una mozione urgente di "solidarietà alle donne iraniane private dei propri diritti civili".

Documento sottoscritto da maggioranza e opposizione

Il documento, sottoscritto da gruppi sia di maggioranza che di opposizione, vede come primo firmatario il capogruppo della Lega, Roberto Anelli e come secondo firmatario il consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta.

Corbetta: “Mozione chiede condanna per l’assassinio di Masha Amini e di Hadis Najafi”

"La mozione - spiega Corbetta - chiede alla Giunta lombarda di farsi portavoce presso l'ambasciata Generale della Repubblica Islamica dell'Iran della ferma condanna per l'assassinio di Masha Amini e di Hadis Najafi oltre che per la grave negazione dei più elementari diritti civili e umani" . "Si chiede inoltre al Governo italiano di valutare l'opportunità di rivolgersi presso tutte le sedi per la condanna di questi gravissimi episodi e sensibilizzare la Comunità internazionale con l'obiettivo di contrastare tali crimini". "L'urgenza della mozione - continua Corbetta - è tale anche a seguito dell'arresto della giovane blogger italiana Alessia Piperno, che si trova ancora ristretta tra le mura del carcere di Evin a Teheran. Il documento chiede al Governo di fare luce su questa vicenda e di adoperarsi al fine di giungere a una rapida liberazione della ragazza italiana. Piena solidarietà, dunque, a tutti coloro che in Iran, a rischio della propria vita, stanno manifestando a favore della libertà e dei diritti umani.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
consiglio regionaledonneiranmozione






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.