A- A+
Milano
Duomo senza fondi statali, la Veneranda: "22 cantieri a rischio"
Duomo di Milano

Veneranda Fabbrica del Duomo senza fondi a partire dal 2017? Al momento il rischio è concreto, così come le nubi sui 22 cantieri in corso. Il finanziamento annuale da 7,5 milioni dal Governo era infatti nell'ambito di un accordo triennale avviato nel 2014 e giunto ormai alla sua naturale scadenza. Senza che ci siano garanzie su un suo rinnovo. Per questo il direttore Gianni Baratta era a Roma negli scorsi giorni Anche l'ex ministro Maurizio Lupi si è mosso chiedendo al suo successore Graziano Delrio di rinnovare per il 2017 ed il 2018 il finanziamento annuo da 7,5 milioni. Fondi giudicati "vitali" dalla Veneranda, per quanto lo stesso Baratta chiarisca che l'80 per cento delle risorse giunge da donazioni ed altre iniziative e solo il 20 per cento dipende da finanziamenti regionali, comunali e statali.

LA REGIONE: "GOVERNO TROVI AL PIU' PRESTO I FONDI" - Il governo "trovi al piu' presto i fondi per il Duomo" di Milano. E' quanto chiede l'assessore lombardo alle Culture, Cristina Cappellini, dopo l'appello della Veneranda fabbrica, la 'fabbriceria' della cattedrale, ovvero lo storico ente che si occupa della sua amministrazione, conservazione e restauro, circa la mancanza di fondi governativi a partire dal 2017. "Il governo Renzi, distratto e menzognero che pretenderebbe di sostituirsi alle Regioni senza esserne in grado, trovi al piu' presto i fondi per il Duomo", chiede Cappellini, "succede anche questo: Renzi viene a Milano per chiedere voti sulla riforma costituzionale ma si dimentica della Madonnina". La "Regione Lombardia per il Duomo di Milano - ha sottolineato l'esponente lombardo - ha sempre fatto la sua parte, e anche di piu', ora tocca al governo riparare a questa grave dimenticanza".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
duomo di milanoveneranda fabbrica del duomo






A2A
A2A
i blog di affari
Meglio praticare sport o fare una dieta?
Anna Capuano
A Kabul di scena il male dei talebani
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Green Pass, ottenere uno Stato totalitario instaurando un regime terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.