A- A+
Milano
"Emergenza Cultura": tour di 25 concerti di Veronesi nei quartieri di Milano
Alberto Veronesi

"Emergenza Cultura": tour di 25 concerti di Veronesi nei quartieri di Milano

 “Emergenza Cultura”: un tour di 25 concerti nei quartieri della città di Milano con conclusione davanti alla Scala per richiamare l'attenzione su un settore che è "grande assente dal dibattito politico nazionale e locale". L'iniziativa è organizzata da Alberto Veronesi, direttore d'orchestra e candidato nella lista dei Riformisti a sostegno del sindaco Giuseppe Sala alle prossime elezioni.

Il primo appuntamento è questa sera alle 18.30 in piazza De Angeli, mentre la conclusione in piazza della Scala è in programma il 26 settembre. Nel mezzo le tappe nei quartieri, da Rogoredo alla Bicocca, dal quartiere Adriano alla Bovisa.

“La cultura è la grande assente dal dibattito politico nazionale e locale. Nessuno ne parla ma siamo indietro in tutti i parametri culturali e formativi con le altre grandi capitali europee - afferma Veronesi - È inutile vantarsi e crogiolarsi di avere La Scala se poi solo il 5% dei milanesi vi ha accesso e i grandi professionisti che vi lavorano sono pagati meno della metà dei professionisti di qualsiasi teatro provinciale francese”. Secondo Veronesi inoltre "servono azioni drastiche" anche "per contrastare l’abbandono scolastico, considerato che abbiamo a Milano meno della metà dei laureati di Berlino o Parigi, o Amsterdam o Bruxelles. Per non parlare degli sportelli per l’orientamento allo studio e al lavoro, dove siamo ancora alla preistoria". “Eppure - osserva - il dibattito è spento, la parola cultura è considerata un tabù nel dibattito politico, e certamente slogan di moda come 'innovazione' e 'sostenibilità' non possono certo considerarsi un segnale sicuro di vicinanza e assistenza per chi deve qualificarsi”.

Commenti
    Tags:
    emergenza culturaalberto veronesimilano






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Il Tribunale di Lecce annulla cartella da 130.000 mila euro
    Ginevra, un melting pot newyorchese nella piccola Svizzera
    di Leone Ronchetti
    Green Pass, i tesserati ignorano che è un dispositivo di controllo biopolitico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.