A- A+
Milano
Esclusivo: Del Debbio candidato sindaco. Siglato il patto del Twiga

di Fabio Massa

Il patto del Twiga, molto probabilmente, sancirà chi sarà il prossimo sindaco di Milano: Paolo Del Debbio. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it l’accordo sul conduttore televisivo sarebbe stato chiuso definitivamente appena dopo Ferragosto quando a un pranzo organizzato da Daniela Santanché sarebbero stati visti Paolo Del Debbio, già assessore con la giunta Albertini, il leader della Lega Nord Matteo Salvini, il direttore del celebre club (e bagni e ristorante) di Marina di Pietrasanta un tempo di Flavio Briatore. Presente anche Alessandro Sallusti, il senatore della Lega Nord Raffaele Volpi, e un po’ di familiari. Della riunione, tra gli alti papaveri di Forza Italia, gira voce esista anche una fotografia.

Una fotografia che, visti i sondaggi, potrebbe spaventare non poco il centrosinistra milanese e anche quello nazionale, visto che la partita di Milano è una di quelle fondamentali nel 2016. Paolo Del Debbio, da alcuni sondaggi interni agli azzurri che sono stati effettuati, sarebbe il candidato con più alto gradimento in assoluto. Volto televisivo notissimo, con il placet di Matteo Salvini, che esce così dall’imbarazzo di dover presentare un nome del Carroccio (inesistente) visto che il leader ha ormai deciso di correre per il governo nazionale, Del Debbio ha strizzato più volte l’occhio anche all’elettorato del Movimento 5 Stelle. Insomma, per la sinistra il peggior spauracchio possibile: moderato, populista (nel senso del libro pubblicato dal giornalista), ex assessore, filosofo. Pare, sempre stando ai rumors di Affaritaliani.it, che ci sia una certa freddezza da parte di alcuni vertici di Forza Italia che pure all’indomani del primo annuncio di Del Debbio avevano salutato l’avvento con favore. In primis Paolo Romani, l’ex ministro dello Sviluppo che aspirava a correre e che ne aveva già fatto oggetto di interlocuzione con Silvio Berlusconi.

L’ex Cavaliere pare sia stato già contattato per cercare di risolvere l’ultimo scoglio: il problema economico legato alla discesa in campo di Del Debbio. Il contratto del giornalista, sembra, sarebbe legato agli ascolti di Quinta Colonna, che sono stati davvero fenomenali nell’ultimo anno e che quindi gli hanno garantito un emolumento notevole. Emolumento che vedrebbe una decurtazione secca se dovesse ascendere alla poltrona di primo cittadino, e che Berlusconi potrebbe decidere di integrare motu proprio. Il problema è che Silvio Berlusconi, oggi, ha anche problemi “familiari” da mettere a posto. Il gossip agostano (non si sa quanto veritiero) parla infatti di una violentissima lite scoppiata nel cerchio magico tra le sue fedelissime.

@FabioAMassa

Tags:
del debbiotwiga









UNA RETI
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
FINANZIAMENTO SOCI - RINUNCIA DEI SOCI ALLA RESTITUZIONE - TASSABILITA'
Referendum, guardate le facce di chi inneggiando al popolo l'ha sempre fregato
L'opinione di Maurizio De Caro
Milano Fashion Week. Al Don Lisander la collezione Stelian Mosor domenica 27
Paolo Brambilla - Trendiest


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.