A- A+
Milano
#Estatepopolare, animazione in 20 cortili delle case popolari

#Estatepopolare, animazione in 20 cortili delle case popolari

È dedicato ai bambini e ai ragazzi tra i 6 e i 14 anni il progetto del “Centro estivo diffuso” nei cortili delle case popolari di Milano. Iniziative ludico-ricreative ed educative che, per meglio intercettare la domanda e per incrementare l’offerta di servizi destinata in particolare a ragazzi provenienti da contesti e quartieri con maggiori difficoltà socio-economiche, vengono attivate direttamente là dove vivono ogni giorno, negli spazi comuni delle case popolari. Sono 20 i cortili individuati, distribuiti in tutti i municipi eccezion fatta per l’1, 6 dei quali in caseggiati Aler mentre gli altri si trovano in stabili di proprietà comunale, gestiti da MM. Due i periodi di attività: due settimane in agosto a partire dalla prossima in 10 cortili e le prime due settimane di settembre negli altri 10, in modo da accompagnare i ragazzini alla riapertura dell’anno scolastico. “La nostra - dice l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti - è una mossa di avvicinamento dell’Amministrazione a Milano e ai milanesi. Di solito aspettiamo che siano loro a muoversi - dalle loro case, dai loro quartieri - per partecipare alle opportunità che mettiamo in campo. Stavolta invece vogliamo ribaltare il paradigma, consapevoli del fatto che compito dell’Amministrazione pubblica sia non solo organizzare e coordinare eventi ma anche stimolare la partecipazione, intercettare i bisogni e i desideri dei cittadini quando non vengano palesemente manifestati. Questa è un’azione che racconta di una nuova interazione tra centro e territorio, tra istituzioni e abitanti, frutto anche di riflessioni ed esigenze emerse in questo periodo di emergenza sanitaria”.

Il progetto rientra nel più ampio e articolato programma di attività straordinarie per i mesi di agosto e settembre dedicate a bambini, ragazzi e persone disabili, le cui linee guida sono state approvate nella scorsa seduta di Giunta, e per le quali è previsto uno stanziamento di 275mila euro. Un programma ideato appositamente e in via eccezionale per l’estate 2020, come segno di attenzione e di vicinanza ad un target - quello dei ragazzi e dei cittadini disabili appunto - tra i più toccati dal periodo di lockdown e dalle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, e che intende costituire una proposta aggiuntiva e complementare al ventaglio già offerto dall’Amministrazione con la Milano Summer school. Le attività nei cortili delle case popolari, a piccoli gruppi e nel rispetto delle prescrizioni e indicazioni sanitarie, saranno coordinate da educatori e animatori, e si svolgeranno tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, la mattina dalle 9:30 alle 13. Nel complesso, si stima di riuscire a coinvolgere almeno 500 ragazzi. La possibilità di partecipare sarà libera e gratuita, veicolata dai servizi sociali territoriali, dagli operatori già attivi nei cortili, come custodi sociali, laboratori di quartiere, reti QuBi’, personale di MM e di Aler. Parte delle risorse stanziate serviranno a far partecipare fino ad un massimo di 450 ragazzini ai campus di Milanosport. Verranno coinvolti anche bambini i cui nuclei familiari sono in carico ai Servizi sociali del Comune e che già partecipano ad attività organizzate da centri estivi strutturati. Rimarranno aperti anche alcuni Centri diurni per minori (per un totale di 170 ragazzi) e, analogamente, verranno organizzate attività in una decina di strutture per disabili convenzionate, tipicamente chiuse nel mese di agosto, che invece quest’anno si sono rese disponibili alla riapertura. Alle famiglie degli utenti inseriti nei Centri diurni disabili a gestione comunale diretta l’Amministrazione offrirà interventi alternativi di assistenza domiciliare, in modo da supportarle e alleviarne il carico. Il programma si aggiunge in maniera complementare alle opportunità offerte attraverso la Milano Summer school, il palinsesto di eventi per l’estate che comprende attività educative, culturali, sportive e per il tempo libero promosse dal Comune di Milano nei suoi centri estivi, dalle realtà educative, culturali e sportive che operano sul territorio, dagli operatori privati in convenzione con l’Amministrazione, dagli oratori e dalle altre istituzioni pubbliche e private che hanno aderito all'invito del Comune presentando un progetto per i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra 0 e 17 anni.    

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    case popolari#estatepopolarecase popolari milano











    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Milano Wine Week al Just Cavalli. Lombardia Wine Tasting Experience 8 ottobre
    Bianchet svela il Tourbillon B 1.618 Openwork. Un segnatempo polivalente
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Ennesimo inciampo di Johnson specchio della crisi del Regno Unito
    Ernesto Vergani


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.