A- A+
Milano
Expo-guerriglia, le reazioni dei vip. Fedez: "Uno scempio"

"Capisco le ragioni di chi manifesta, ma sono contrario alla violenza". E' il commento di Giorgio Armani sui disordini oggi in piazza a Milano. "C'era da aspettarselo - ha aggiunto lo stilista, entrando alla Scala per assistere alla Turandot - la cosa non ci ha colti di sorpresa. Peccato, quella di oggi poteva essere una buona giornata".

"Ieri era protesta legittima, oggi e' scempio. Mai esaltata la violenza!": con questo tweet Fedez ha condannato i disordini dei Black Bloc a Milano, all'indomani delle polemiche scatenate dal suo sostegno ai No Expo. Il 25enne rapper milanese aveva minimizzato gli scontri di giovedi' twittando che "i danni dei No Expo sono poca cosa in confronto alle infiltrazioni mafiose e le speculazioni economiche di Expo". Lo "scempio" del primo maggio, come lui stesso lo ha definito, ha indotto Fedez a rivedere il suo giudizio di fronte a qualcosa che "trascende ogni giustificazione". "E' palese", ha osservato a caldo su Twitter mentre arrivavano le notizie delle devastazioni nel centro di Milano, "che la manifestazione di ieri e le violenze che stanno avvenendo in queste ore non sono minimamente paragonabili ed accomunabili". Tra i primi a criticare Fedez era stato Matteo Salvini: "Paga i danni di tasca tua, fenomeno!", lo aveva incalzato. Numerose anche le critiche dalla stampa, a cui il rapper aveva reagito parlando di "squadrismo mediatico".

Tags:
expoblack blocfedezgiorgio armani






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.