A- A+
Milano
Expo, il legale di Maroni: "Nessuna pressione indebita"

Roberto Maroni e il capo della sua segreteria politica, Giacomo Ciriello, non hanno mai commesso nessuna "induzione indebita" nei confronti della società Expo. Lo scrive l'avvocato Domenico Aiello, difensore del presidente della Regione Lombardia e dello stesso Ciriello, in un memoriale difensivo presentato questa mattina al pm Eugenio Fusco, titolare dell'indagine che vede Maroni accusato di aver fatto pressioni attraverso Ciriello sui vertici di Expo per favorire Maria Grazia Paturzo alla luce della "relazione affettiva" che i pm ipotizzano tra lui e la sua ex collaboratrice al Viminale.

"Da parte di Ciriello, e men che meno del Presidente della Regione Lombardia - evidenzia l'avvocato Aiello nel memoriale - non c'è stata alcuna indebita induzione sulla società Expo, per la partecipazione della dottoressa Paturzo alla missione istituzionale in Giappone per la promozione dell'Esposizione Universale".

Tags:
expomaroni






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.