A- A+
Milano
Expo, la stroncatura del Guardian . Bracco: "Vengano qui a vedere..."

Al Guardian non piace Expo? Forse ha bisogno che gli venga spiegato qualcosa dell'Italia. Questo il senso delle parole del presidente di Expo Spa, Diana Bracco, che, a chi gli chiedeva un commento sull'articolo pubblicato martedi' 12 maggio, a firma del critico di architettura e design, Oliver Wainwright affatto positivo su quanto creato a Milano, ha risposto piccata: "facciamogli fare una visita guidata e gli spieghiamo le eccellenze dell'Italia". Il quotidiano inglese ha attaccato Expo su diversi fronti, dai padiglioni (definiti un "folle collage di tende ondulate, di pareti verdi e di ammassi contorti") alla declinazione del tema (con sottolineatura polemica della presenza di Coca Cola e McDonald's); accenni alla corruzione, al kitsch rinvenuto in alcuni padiglioni e un Palazzo Italia paragonato a un centro commerciale cinese, fino ai dubbi espressi relativamente al costo dei terreni e le incertezze sul futuro, completano la critica. Non condivisa da Bracco, ovviamente, che e' pronta a offrire qualcuno che spieghi il senso di questa Expo.

Tags:
diana braccoexpoguardian







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.