A- A+
Milano
"Faceva parte dei Leoni dei Balcani”. Condannata in Appello Bleona Tafallari
Bleona Tafallari, la Leonessa dei Balcani

"Faceva parte dei Leoni dei Balcani”. Condannata in Appello Bleona Tafallari

E' stata condannata – secondo quanto riporta l’ANSA - per associazione con finalità di terrorismo internazionale, perché avrebbe fatto parte dei 'Leoni dei Balcani', ritenuta una costola dell'Isis, Bleona Tafallari, 20 anni, nata in Kosovo e ribattezzata "leonessa dei Balcani", arrestata a Milano nel novembre 2021. Lo ha deciso la Corte d'Assise d'Appello milanese che l'ha ritenuta colpevole dell'imputazione originaria, condannandola a 4 anni, mentre in primo grado con rito abbreviato l'accusa era stata riqualificata in istigazione a commettere reato.

La Corte (presidente Ivana Caputo) ha accolto la richiesta del sostituto pg Daniela Meliota della Procura generale

La Corte (presidente Ivana Caputo) ha accolto la richiesta del sostituto pg Daniela Meliota della Procura generale, guidata da Francesca Nanni. Pg che ha sostenuto in aula il ricorso del pm Leonardo Lesti sull'accusa di terrorismo internazionale, che era caduta davanti al gup Livio Cristofano (pena 3 anni e 4 mesi). Per il giudice di primo grado non c'era prova che la donna facesse parte dell'organizzazione 'Leoni dei Balcani,' ma aveva mostrato "con una certa determinazione e decisione di voler aggregare attorno a sé", soprattutto con dialoghi via chat, "giovani coetanee, per raggiungere scopi ed obiettivi coincidenti con le affermazioni dell'Islam violento".

La ragazza avrebbe abbracciato il radicalismo di matrice jihadista e fatto attività di arruolamento e proselitismo

 Stando all'ordinanza d'arresto del gip Carlo Ottone De Marchi, eseguita nelle indagini della Digos e confermata da Riesame e Cassazione, la ragazza avrebbe abbracciato il radicalismo di matrice jihadista e fatto attività di arruolamento e proselitismo, anche tra minorenni, senza nascondere l'ambizione di andare a combattere nelle zone di guerra contro il "nemico occidentale". A fine novembre Tafallari, difesa dagli avvocati Giuseppina Bartolotta e Giuseppe De Carlo, è uscita dal carcere e si trova ai domiciliari in una casa famiglia. Le è stata già applicata pure una misura di prevenzione con anche il divieto di "accedere alla rete Internet" e "utilizzare i social network".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
appellobleona tafallaricondannaleoni dei balcanimilanotribunale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.