A- A+
Milano
Falso complotto Eni, il gup decide: "Udienza preliminare a ottobre per Amara"
Piero Amara (LaPresse)

Falso complotto Eni, il gup decide: "Udienza preliminare a ottobre per Amara"

Come riporta l'ANSA, si aprirà il prossimo 5 ottobre a Milano l'udienza preliminare per la vicenda del cosiddetto falso complotto Eni per la quale sono imputate 12 persone e 3 società, tra cui l'ex legale esterno e l'ex manager della compagnia petrolifera, poi licenziati Piero Amara e Vincenzo Armanna, mentre tra le sette parti offese ci sono la stessa Eni con il suo ad Claudio Descalzi e il ministero della Giustizia.

Le accuse: associazione per delinquere, induzione a rendere dichiarazioni mendaci all'autorità giudiziaria, truffa e calunnia

A fissare la data del procedimento, tra quelli al centro dello scontro tra pm milanesi, che ha dato origine a una tranche d'inchiesta a Brescia che si intreccia con quella sui 'verbali di Amara', è stato il gup Cristian Mariani. Le accuse a vario titolo sono associazione per delinquere, induzione a rendere dichiarazioni mendaci all'autorità giudiziaria, truffa e calunnia. Il fascicolo, già chiuso una prima volta nel dicembre 2021, era passato per competenza a Brescia e poi nei mesi scorsi è tornato ancora nel capoluogo lombardo. Per Descalzi, ora parte offesa in quanto si ritiene sia stato calunniato, per la moglie e altri è stata disposta l'archiviazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
amaraenifalso complottoudienza preliminare







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.