A- A+
Milano
Filt Cgil denuncia: svastiche al deposito Atm di San Donato, presidio unitario
Svastica al deposito Atm di San Donato Milanese

Filt Cgil denuncia: svastiche al deposito Atm di San Donato, presidio unitario nel pomeriggio

IMPRESE-LAVORO.COM - Milano - Questa mattina i rappresentanti sindacali dei lavoratori ATM del deposito di San Donato hanno trovato affisso alla porta del loro ufficio un’enorme svastica con al centro il simbolo della CGIL.

“Un atto gravissimo – spiega in una nota la FILT CGIL Milano, Lombardia - per il quale denunceremo alle forze dell’ordine quanto avvenuto affinché possa essere aperta un’indagine e individuati i responsabili. Un atto vile che offende non solo la CGIL ma tutto il mondo del lavoro che ha lottato contro nazismo e fascismo pagando con la morte di lavoratrici e lavoratori, sindacalisti e antifascisti. Un atto se possibile ancora più grave per il ruolo che hanno avuto i lavoratori e i sindacalisti in ATM nella lotta al fascismo. Un atto che offende Milano città Medaglia d’Oro della Resistenza. Un atto ad orologeria nei giorni in cui la CGIL è stata oggetto di violenza e devastazione con l’irruzione di gruppi neofascisti nella propria sede. Un atto commesso da codardi che di giorno alimenta l’odio nei confronti degli ultimi sussurrando e di notte attacca il Sindacato democratico che lavora alla luce del sole. Un atto contro la CGIL perché insieme a tutto il Sindacato confederale lavora per unire i lavoratori in nome di quella solidarietà che qualcuno vorrebbe spezzare a favore dei più forti contro i più deboli, della prepotenza contro l’intelligenza, di interessi economici più o meno leciti contro la tutela dei diritti dei lavoratori. Un atto contro il quale sabato 16 ottobre manifesteremo con CISL e UIL per chiedere lo scioglimento dei diversi partiti e gruppi neofascisti che nel paese continuano ad organizzarsi, per affermare i valori democratici e inclusivi della nostra Costituzione, per chiedere un’azione delle forze dell’ordine a tutela del lavoro dei rappresentanti dei lavoratori. Un atto a cui tutto il mondo democratico darà una risposta perché la forza della ragione vinca contro la follia”, conclude la nota. E intanto Filt Cgil Fit Cisl, Uilt Uil hanno annunciato per le ore 17,30 davanti al deposito Atm di San Donato un presidio unitario.

Atm condanna l'atto compiuto presso il deposito di San Donato

Atm condanna fermamente quanto è successo questa mattina presso il locale della Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) del deposito di San Donato, ed esprime solidarietà verso le Organizzazioni Sindacali e in particolare verso la CGIL. Quello che è accaduto è un atto grave, inaccettabile, per il quale l’Azienda sporgerà denuncia. Nel frattempo, da stamani Atm sta già collaborando con le Forze dell’Ordine per individuare le responsabilità quanto prima.

Roggiani: "I fascisti tentano di rialzare la testa, non ci fate paura"

"Stanno tentando di rialzare la testa. I fascisti, a cinque giorni dalle devastazioni all'interno della sede romana della CGIL, hanno compiuto un'altra ignobile e intollerabile provocazione a danno del sindacato dei lavoratori. Ma questi vigliacchi non ci fanno paura: noi siamo di più e siamo più forti di chi vorrebbe resuscitare un passato che la storia ha già sconfitto. Un episodio comunque inquietante e preoccupante dei tempi che stiamo vivendo e del clima che stiamo respirando. Ogni azione adesso, da parte di tutta la politica, e senza ambiguità, deve essere chiara e univoca: nessuno spazio per i fascisti, né ieri, né oggi, né mai. La nostra solidarietà ai lavoratori e alla Filt CGIL." Lo dichiara in una nota la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cgildeposito atmsan donato milanesesvastica






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.