A- A+
Milano
Folla sui Navigli per l'ultimo sabato in zona gialla. VIDEO
Milano, folla in Darsena per l'ultimo sabato in zona gialla

Folla sui Navigli per l'ultimo sabato in zona gialla

Darsena di Milano invasa per l'ultimo sabato sera in zona gialla. Destano una certa impressione le immagini risalenti a ieri sera, con una moltitudine di giovani che si sono ritrovati lungo i Navigli anche dopo le 18. Diverse le pattuglie della polizia locale per cercare di gestire il flusso di persone che hanno approfittato del clima mite per fare l'ultimo aperitivo in compagnia prima delle nuove restrizioni.  Alcuni hanno anche organizzato una sorta di discoteca all'aperto. Assembramenti si sono verificati anche all'Isola, altra zona della movida, e in particolare in piazzale Archinto dove alcuni giovani hanno anche sparato fuochi d'artificio per 'festeggiare' le ultime ore in giallo prima del ritorno della Lombardia in arancione lunedì.

L'appello (non ascoltato) di Sala: "Comportatevi bene..."

Non accolti evidentemente gli appelli alla prudenza invocata dal sindaco di Milano Giuseppe Sala appena poche ore prima con un video pubblicato sui suoi social:  "Oggi (sabato, ndr) rafforzeremo i controlli, ne ho appena parlato con il Questore, ho chiesto un intervento più deciso per questo weekend e così sarà. Capisco che tutti siamo stanchi di essere in questa situazione, ma c'è almeno una cosa che dovremmo avere imparato: più ce ne 'approfittiamo' e più paghiamo pegno. Siamo in arancione da lunedì ma avendo davanti un weekend giallo e di buon tempo vi chiedo di mantenere un comportamento corretto", aveva detto Sala.

"Era previsto l'arrivo di questa terza ondata ed è successo. Diciamo la verità, alcuni nostri comportamenti l'hanno favorita. Ci sono immagini che tutti abbiamo in testa: i tifosi fuori da San Siro prima del derby, i navigli pieni che ormai sono diventati set ideale per catturare un'immagine di gente assembrata": così il sindaco Giuseppe Sala in un video pubblicato su Facebook. "La verità è che a volte il rispetto delle regole manca davvero - prosegue il sindaco -. Ieri sera ho fatto un giro per la città e ho visto troppi gruppetti di persone a chiacchierare, con la mascherina abbassata: le mie parole possono piacere o meno, ma sono la verità, ed è altrettanto vero che i gruppi sono talmente tanti che diventano incontrollabili delle forze dell'ordine", le parole del primo cittadino.

"Comportatevi in modo adeguato al difficile momento": così in un video su Facebook il sindaco Giuseppe Sala chiedendo ai cittadini il rispetto delle regole anti-covid. "Fatelo per la nostra salute innanzitutto ma fatelo per chi per chi negli ospedali sta tornando a lavorare a ritmi che speravamo non necessari, per tutti quelli che spesso da volontari si mettono a disposizione di chi è in difficoltà e per tutti quelli, come ristoratori e mondo della cultura - ma le categorie sono tante - non possono lavorare", ha detto inoltre il sindaco.

Il sindaco dopo il fattaccio: "Più di 200 poliziotti in campo"

“Ieri sera intorno ai Navigli e alla Darsena c’erano migliaia e migliaia di persone. Le forze dell’ordine, tra quelle coordinate dalla Questura e quelle del Comune, erano pari a circa 200 unità (il numero l’ho ricevuto dal Prefetto). E, che piaccia o no, di più non si poteva metterne, perché la città è grande e va gestita nella sua interezza. Questa è la realtà. Sarebbe stato meglio chiudere nel pomeriggio la Darsena? Ma secondo voi, chi stava in giro sarebbe stato a casa o sarebbe andato da qualche altra parte? Avete idea di quanti luoghi cittadini raccolgono la sera persone che si aggregano? E poi, ci lamentavamo quando il Governo precedente decideva dalla sera alla mattina il cambio di ‘colore’, ora che la decisione viene comunicata tre giorni prima vedete tutti cosa succede. Di fronte a questi dati di realtà, la maggior parte dei commenti sono sulla mancanza delle forze dell’ordine. Io però sto dalla loro parte, dalla parte di uomini e donne che sono lì a lavorare e non dalla parte di chi non tiene un comportamento adeguato alla grave crisi sanitaria che stiamo attraversando. Ma se viene meglio scrivere a lettere cubitali ‘dove erano poliziotti e vigili?’, cosa volete che vi dica? Solo che continuerò a lavorare, a metterci la faccia. Con pazienza, dedizione e misura, come il mio ruolo richiede. Un’ultima riflessione. L’ho detto ieri, con questa terribile pandemia se non si rispettano le regole poi si paga pegno. Così probabilmente sarà e purtroppo le conseguenze ricadranno su tutta la comunità”.

L'attacco di Fi: qualcuno si dimetta

Scrive il consigliere comunale Alessandro De Chirico (Forza Italia): "Quanto avvenuto ieri sera alla Darsena è scioccante, ma assolutamente prevedibile. Domani presenterò una denuncia contro il sindaco Sala per omissione di atti d'ufficio in piena pandemia. Solo 12 ore prima del folle rave-covid party Sala ha registrato un video per chiedere più controlli sulla Darsena. E dov’erano questi controlli? A chi li chiedeva? È ancora lui il primo cittadino, nonché la prima autorità della salute dei milanesi, come spesso ha ricordato mentre criticava le altre Istituzioni, e che come tale deve agire per governare al meglio Milano. Queste scene sono indecenti, c'è una chiara responsabilità politica nell'incapacità di gestire l'ordine pubblico. Se la Scavuzzo, con delega alla Polizia Locale, non ha mandato ordine di intervenire deve essere immediatamente rimossa dall'incarico. Se l'ordine di servizio è stato mandato e il comandante Ciacci non ha impiegato sul posto un equo contingente di Vigili per chiudere la Darsena deve essere immediatamente sostituito. Il Prefetto è stato avvisato del pericolo assembramenti dal sindaco oppure Sala si è limitato a fare il suo video da influencer e basta? Il Questore era stato informato? Il ministro Lamorgese deve prendere seri provvedimenti e commissariare il Comune di Milano per manifesta incapacità. Non possiamo più permettere che l’episodio si chiuda in poche ore dopo le vibranti polemiche del giorno dopo e qualche scaramuccia politica. Questa volta qualche testa dovrà cadere per forza perché dopo un anno è inaccettabile vedere scene indegne come quelle di ieri sera! "

Commenti
    Tags:
    naviglisabato seramovidadarsenasabato milanozona giallazona arancionegiuseppe salacovidaperitivo







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.