A- A+
Milano

 

AFFARI LO AVEVA ANTICIPATO: Tem, Impregilo si sfila. Dentro Gavio e Unicredit. Inside (14-11-2013)

Il gruppo Sias della famiglia Gavio e Intesa Sanpaolo saliranno al 59,1% di Tem, la holding costituita nel 2002 per promuovere la realizzazione della Tangenziale est esterna di Milano e, in generale, delle tangenziali esterne del capoluogo lombardo. I due gruppi - si legge in una nota - hanno stipulato un accordo di investimento, con un relativo patto parasociale, che disciplineranno, tra le altre cose, il controllo congiunto di Tem, con la partecipata Tangenziale esterna (Te), e di Autostrade Lombarde (Al) con la controllata Brebemi. L'obiettivo e' la fusione tra le due holding Tem e Al "con successiva quotazione della societa' risultante post fusione".

Gli accordi siglati "garantiranno un rafforzamento della presenza competitiva, nel settore autostradale, del gruppo Sias nell'ambito dell'area milanese che, anche in relazione agli eventi legati all'Expo 2015, costituira' un polo di sviluppo significativo in ambito nazionale". Nell'ambito dell'accordo di investimento, Sias e Intesa Sanpaolo hanno assunto l'impegno a sottoscrivere un aumento di capitale di Tem da 96,1 milioni (63,3 milioni in capo al gruppo Gavio e 32,8 milioni alla banca), che consentira' alla societa' di sottoscrivere a sua volta, per pari importo, parte dell'inoptato della ricapitalizzazione della partecipata Te. A seguito di questo, Sias e Intesa Sanpaolo avranno il 59,1% di Tem (il 41,6% detenuto, direttamente o indirettamente, da Sias e il 17,5% dall'istituto di credito). Nell'ambito dell'operazione, Itinera, altra societa' facente capo alla famiglia Gavio, ha rilevato le quote detenute da Impregilo in Tem e Te per 43,8 milioni di euro. Nel complesso, l'intera operazione comportera' per il gruppo Sias un investimento da circa 300 milioni di euro.

L'accordo tra il gruppo Sias e Intesa Sanpaolo per il futuro delle autostrade lombarde permettera' lo sviluppo di opere "ritenute di importanza strategica dall'Unione Europea" e che acquistano "un rilievo ancora piu' grande in vista dell'Expo". Lo afferma in una nota Beniamino Gavio, numero uno del gruppo autostradale. "Gli accordi odierni - spiega - consentiranno in primo luogo di realizzare l'intera Tangenziale Esterna, abolendo un blocco di traffico storico nella regione lombarda e alleggerendo l'ormai insostenibile traffico delle tangenziali attorno al capoluogo lombardo". In secondo luogo, prosegue, sara' assicurata "l'apertura entro i termini previsti e la gestione ventennale della Brebemi, raddoppiando il collegamento sull'asse Milano-Brescia".

"Del tutto evidenti e attesi dalle imprese e dai cittadini da molti anni" sono, secondo Gavio, i vantaggi "in termini di miglioramento e alleggerimento del traffico", di "risparmio di tempo" e "risorse economiche per il trasporto automobilistico e merci". "Il nostro gruppo - sottolinea - effettua un investimento dell'ordine di oltre 300 milioni di euro e dimostra ancora una volta il proprio impegno ad investire a favore dello sviluppo del sistema infrastrutturale e di credere nelle prospettive di crescita del Paese. Il gruppo inoltre sara' in grado di contribuire, insieme alla piu' importante banca del Paese, al completamento di queste opere strategiche mettendo a disposizione, oltre alle risorse finanziarie, anche la sua alta capacita' industriale e l'esperienza operativa".

Tags:
gavio







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.