A- A+
Milano
Milano Pride, Maroni contro Cecchetti: "Patrocinio incompatibile con la Lega"

Dura presa di posizione di Roberto Maroni nei confronti del vice presidente leghista del Consiglio regionale lombardo, Fabrizio Cecchetti, il cui voto a favore - contrario alle indicazioni del partito - e' risultato decisivo nel via libera al patrocinio dell'istituzione al Milano pride. "Quando un movimento politico decide una linea, deve essere rispettata, altrimenti o si va fuori, come ha fatto Flavio Tosi, o ci si dimette da quel posto", ha risposto il governatore lombardo ai cronisti.

"Vediamo il gruppo della Lega cosa decidera' di fare", ha continuato, la mossa di Cecchetti sara' "oggetto di valutazione" da parte del commissario della Lega lombarda, Paolo Grimoldi. "E' una cosa non bella - ha insistito - la Lega e' un movimento politico che ha un'organizzazione precisa e delle regole precise: se assume una posizione, i suoi componenti devono rispettarla. Questo non e' avvenuto". "Poi le posizioni personali sono rispettabilissime ma non devono interferire", ha concluso.

Tags:
maronigay pride







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.