A- A+
Milano
Gino Strada, figlia: Non sarò a camera ardente per quarantena
Gino Strada

Gino Strada, figlia: Non sarò a camera ardente per via della quarantena

 "Non sarò alla camera ardente anche perché immagino che saremo sottoposti a quarantena a bordo della nave, insieme con tutto l'equipagigo, come è successo a tutte le altre navi". Lo dice a LaPresse Cecilia Strada, figlia di Gino Strada, fondatore di Emergency, morto lo scorso venerdì, per il quale sarà allestita la camera ardente nella sede della onlus a Milano nel prossimo weekend. 

 "Più che una strada o una piazza, avrebbe voluto un rimboccamento di maniche generale, da parte di tutti, per fare, come diceva anche mia madre, sua moglie, ognuno il proprio pezzettino". Lo dice a LaPresse Cecilia Strada, in merito alle ipotesi di intitolare a suo padre Gino, fondatore di Emergency, morto lo scorso venerdì a 73 anni. "Penso che la memoria sia importante - afferma - e d'altronde viviamo in città in cui la toponomastica è dominata dalla guerra, sarebbe bello cambiarla".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    gino stradafigliacecilia stradafuneralicamera ardenteemergencyquarantena






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
    Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l'infame tessera verde
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.