A- A+
Milano
Gioco Azzardo, Maroni a operatori: dialogo ma esigo rispetto
Roberto Maroni

Regione disponibile al dialogo per la ricerca di una soluzione equilibrata, purche' "ci sia rispetto". Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha richiamato i rappresentanti dell'associazione nazionale sezioni apparecchi per pubbliche attrazioni ricreative, presenti oggi alla prima giornata nazionale delle Regioni e degli Enti locali sul contrasto al gioco d'azzardo, voluta dalla Lombardia, che avevano attaccato le politiche della Regione contro la ludopatia definendole "discriminatorie" e disegnando un destino di crisi per le imprese di settore.

"E giusto che si possa fare un business se e' legale - ha detto Maroni -, ma poi ci sono le persone che si rovinano perche' non hanno difese. Non c'e' possibilità per noi di intervenire e difendere chi non sa fermarsi. Bisogna contemperare queste esigenze, perche' c'e' un limite a tutto e noi vogliamo definire questo limite. Siamo per il dialogo - ha aggiunto il presidente della Lombardia - ma ci vuole rispetto reciproco. Su queste basi - ha chiarito alludendo al volantino diffuso in sala dagli operatori di settore - non ci puo' essere dialogo. Esigo rispetto per le scelte che facciamo che non sono ne' discriminatorie, ne' folli".

Tags:
giocoazzardomaroni






A2A
A2A
i blog di affari
Effetto pandemia: il preoccupante fenomeno dell'abbandono scolastico
Massimo De Donno
Covid, medici e scienziati: i sacerdoti del nuovo culto della scienza medica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Dissenso verso il nuovo capitalismo terapeutico e dalle tendenze
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.