A- A+
Milano
Girò video hard con la Tommasi: produttore denunciato per lesioni
Sara Tommasi

Federico De Vincenzo, produttore di film hard, è stato rinviato a giudizio davanti al Tribunale di Monza con l'accusa di lesioni gravi. Il 35enne napoletano, che ha già scontato 17 mesi tra carcere e domiciliari dopo essere stato accusato da Sara Tommmasi di averle fatto girare un film pornografico sotto effetto di droghe, è ora nei guai a causa della denuncia fatta da una 26enne di Velletri. I fatti risalgono al 30 giugno 2013, quando la giovane si presentò all'ospedale di Sesto San Giovanni con traumi al volto, il naso e la mascella fratturati. Conseguenze di una lite con De Vincenzo, avvenuta in un hotel di Cologno Monzese.

Tags:
sara tommasifederico de vincenzo






A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Un caffè con... Francesca Puglisi
di Vittorio Colomba
Quale Italia avremo tra 2 anni? Nasce Bussola Italia, a sostegno dell’economia
Paolo Brambilla - Trendiest
Isagro: positivi i risultati nel 2020. La nuova strategia dà già i suoi frutti
Paolo Brambilla - Trendiest


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.