A- A+
Milano
Gli architetti e il futuro di Milano: "Sito Expo e scali ferroviari"
Scali ferroviari dismessi a Milano

Gli architetti milanesi s'incontrano in Triennale per parlare di professione, città e futuro. L'evento, unico nel suo genere, è organizzato e promosso dall'Ordine Architetti Milano. Sta assumendo le dimensioni di una vera e propria mobilitazione di professionisti del settore la 'chiamata' organizzata dall'Ordine presieduto da Valeria Bottelli. Obiettivi? "Conoscersi direttamente, senza filtri, dialogare e confrontarsi tra colleghi e non solo: ci saranno imprenditori, amministratori pubblici, assessori, giornalisti, professionisti di altri settori, docenti e associazioni che prenderanno parte ai tavoli di discussione".

I temi dei tavoli di discussione sono 6, e spaziano dal rapporto con la committenza a quello con la PPAA, dai concorsi al valore della professione, al 'brand Milano' dei 12mila. Tanti infatti sono gli architetti della Provincia di Milano: "Un patrimonio per l'Italia e il mondo", sottolinea la presidente. Per lo più liberi professionisti tra i 40 e i 50 anni. Una radiografia utile per delineare priorità e urgenze, e proporre strategie e azioni capaci di intercettare bisogni e aspettative.

"A metà mandato, il Consiglio ha deciso di coinvolgere in un dialogo diretto gli architetti e quanti più stakeholder del territorio Milanese e non solo. Tra loro c'è chi detta le regole, chi le interpreta, chi interviene sul territorio, chi vigila su di esso, chi investe nella città, chi ne monitora le tendenze e chi può offrire una visione più allargata". La mission dell'attuale consiglio dell'Ordine, in carica da fine 2013, è porsi al servizio dei consumatori di architettura – professionisti, cittadini e istituzioni – favorendo la buona progettazione quale contributo primario alla qualità della vita in ambito abitativo, urbanistico, territoriale e paesaggistico.

Interloquendo anche con la politica. Tempo di elezioni. "Sicuramente emergeranno delle richieste, anche forti, alla prossima amministrazione della città in tal senso. Come architetti, abbiamo cercato e avuto un dialogo fattivo con l'amministrazione uscente, promovendo concorsi e progetti che cambieranno il volto di alcune parti della città, collaborando nella stesura del nuovo Regolamento Edilizio adottato e individuando, dopo averli costruiti su professionalità e fiducia, una serie di rapporti, iniziative e obiettivi condivisi dalle Istituzioni."

Un tema urgente e prioritario da mettere sotto osservazione della nuova amministrazione? "In una necessaria ottica di città metropolitana e ruolo propulsore del nostro territorio anche a livello nazionale, indubbiamente il futuro del sito di Expo. Saremo impegnati a fare la nostra parte - spiega Bottelli - per promuovere e diffondere buone pratiche concorsuali innovative e aperte perché il post Expo sia un esempio di procedure e progetti caratterizzati da trasparenza, innovazione e competizione aperta".

Un'area strategica per la città che non può attendere e che richiede un'azione forte e risoluta? "Indubbiamente gli scali ferroviari – dice Valeria Bottelli - una delle aree di rigenerazione urbana più grandi d'Europa, il cui piano di recupero va ripreso al più presto dopo il recente affossamento". A una crisi che morde, a partire dagli architetti parte del "popolo delle partite Iva", Bottelli contrappone la sfida della qualità dei servizi professionali in una competizione globale. "Siamo impegnati a favorire formazione di qualità e a bassissimo costo, supporto organizzativo nella cultura d'impresa dei nostri studi, supporto all'internazionalizzazione, sviluppo tecnologico, consulenza gratuita su molti temi fondamentali".

Tags:
architettiexposcali ferroviarivaleria bottelli









UNA RETI
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Targa in memoria di Enzo Tortora: via Piatti e via Giangiacomo Mora a Milano
Paolo Brambilla - Trendiest
Intervista a Rosario Rasizza: il ruolo post-covid delle agenzie per il lavoro
Paolo Brambilla - Trendiest
Visual Marketing e Gadget Aziendali: come promuovere il brand di un'azienda
Redazione


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.