I Hate Milano

di Mister Milano

A- A+
I Hate Milano
Expo tra Esposizione e scontri. Le pagelle ai protagonisti di Affari/I Hate Milano

SALA, VOTO 9

La sera prima, come il piu’ milanese dei milanesi, non va a festeggiare, ma manda a dire “passero’ la notte al lavoro”. Durante l’inaugurazione e’ presente, ma non presenzialista. Il colpo d’occhio di Expo e’ notevole. Se qualcuno lo sta testando come candidato sindaco, le sue quotazioni si sono impennate. Autorevole.

BUSSOLATI, VOTO 8

Siamo tutti li sconcertati, preda di pensieri inauditi mentre via De Amicis torna al 1977, che il Walter White di viale Argonne sintetizza l’ennesimo hashtag (“nessunotocchimilano) a misura di giornalista, che infatti, iniettato nel sistema mediatico, da’ subito assuefazione, finendo sulle prime pagine dei giornali. Ha l’intelligenza di non tagliarlo con la retorica di partito, dicendo che alla manifestazione non ci saranno simboli. Il tutto mentre gli altri brancolano nel buio, rimanendone oscurati. Heisenberg. 

PISAPIA, VOTO 5

Chiariamo: quello che e’ successo non e’ certo colpa sua. I tentativi di strumentalizzazione lasciano il tempo che trovano. Ma quando la citta’ e’ presa d’assalto, ci si aspetta una reazione di un certo tipo e invece arriva un bolso richiamo alle punizioni “senza se e senza ma”. Bussolati, con la proposta concreta di andare a pulire, gli da due piste di distanza. 

SALVINI, VOTO 4

Erano giorni, da quando il prefetto ha bloccato l’espulsione dei dieci stranieri, che paventava cataclismi. E tutto si verifica alla lettera. A quel punto ha l’occasione della vita: puo’ diventare superpartes, mostrare ai moderati che ancora lo schifano che lui proprio cosi’ invasato non e’. Ma quello alla vista del sangue non si trattiene, e si lancia nella mischia al grido di “pezzi di merda”, “vaffanculo” e via dicendo. Prevedibile. 

FEDEZ, VOTO 2

Si aggrappa al fatto che “i violenti non cancellano le ragioni dei No Expo”. Certo, ma nessuno se la prende con te perche’ sei No Expo. Se la prendono con te perche’ il giorno ti prima ti sei messo a dire che era giusto distruggere le banche, prendere a colpi di uova gli anziani al balcone, andare in giro a volto coperto armati di bastone (peraltro al calduccio di un camerino Mediaset). La differenza tra le due manifestazioni e’ stata solo di grado, non di sostanza: gli autori sono gli stessi. Che sua mamma gli requisisca l’iPhone per un po’. Confuso. 

GRANELLI, s.v.

Se ne sono dimenticati tutti, ma Milano avrebbe un assessore alla sicurezza. Ecco, prima di tirare a mano Alfano, qual e’ stata la spiegazione di Granelli riguardo al fatto che 500 persone hanno messo sotto scacco il centro storico? Mistero. 

RENZI, voto 1

Arriva, e fa un discorso talmente intriso di retorica (“siam pronti alla vita”) che perfino John Wayne nei vecchi film filo-militaristi si sarebbe rifiutato. Il giorno dopo, col sorriso simpatico come un vaso in testa al lunedi mattina, dice “erano solo 5 figli di papa’”. A parte che non e’ vero, ma quindi ci faccia capire: secondo lei e’ normale che 5 figli di papa’ abbiano il potere di prendere possesso di un’area metropolitana? I proprietari delle auto e dei negozi distrutti cosa ne pensano? Paninaro.

Tags:
expoesposizioneaffaritaliani.iti hate milano
i blog di affari
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.