A- A+
Milano
I Dem eleggono Roggiani alla segreteria di Milano e Peluffo in Lombardia

Tutto come previsto nel congresso metropolitano e lombardo del Partito Democratico. Stravince Silvia Roggiani (oltre il 60 per cento con dati ancora parziali) su Ugo Vecchiarelli (terzo con il 17,5 per cento dei consensi) e su Davide Skenderi, l'outsider dei Giovani Democratici che tuttavia ha raggiunto un ottimo 22,5 per cento. La Roggiani è espressione di una vastissima area del partito, che da una parte vede nella continuità con la segreteria di Pietro Bussolati un valore, e dall'altra vuole una donna giovane alla guida della più grande federazione dei Dem italiani. 

A livello regionale, invece, vince Vinicio Peluffo, anche se di percentuali ancora non ce ne sono, secondo i rumors provenienti dalle varie province. Dietro di lui Eugenio Comincini. Tutto come previsto insomma. Chi vince e chi perde? Tra le correnti, sicuramente non esce sconfitto Pietro Bussolati che - a un certo momento della contesa congressuale - si trovava a mal partito. Ma Silvia Roggiani è stata espressione della sua segreteria, e dunque non si può considerare una bocciatura. A livello regionale Vinicio Peluffo ha convinto diverse anime del partito, dai martiniani di Mauri ad Area Dem, ad altre sensibilità. I renziani escono sconfitti a livello regionale, anche se era prevedibile che lo fossero. Lo stesso Comincini non ha mai fatto mistero di aver corso per spirito di servizio. Peluffo, uomo garbato e politico di lungo corso, eredita un partito che avrà nelle prossime europee ed amministrative una sfida ai limiti dell'impossibile. Silvia Roggiani, da parte sua, ha la sfida di mostrare la propria stoffa politica e non solo organizzativa. Di fatto però è andata ampiamente oltre il consenso della sola corrente renziana, dimostrando di poter aggregare. E dimostrando che anche la "minaccia" di portarla al voto dei delegati (evenienza tecnica se avesse preso meno del 50 per cento), non aveva fondamento nelle urne.

IL COMUNICATO UFFICIALE DEL PD MILANESE

Silvia Roggiani al 58,4%, Davide Skederi al 24,2% e Ugo Vecchiarelli al 17,4%. 

Questi i dati definitivi delle elezioni che hanno coinvolto gli iscritti a Milano Metropolitana per l’elezione del nuovo segretario metropolitano. Nell’area metropolitana di Milano l'affluenza è stata del 68%. 

"Grazie a chi mi ha sostenuto, alle volontarie e ai volontari che oggi hanno reso possibili queste elezioni. Da domani si lavora unendo le forze, perché il PD Milano metropolitana vada avanti a innovare e ad essere una comunità generosa capace di essere riferimento su tutto il territorio nazionale. Complimenti a Davide Skenderi e Ugo Vecchiarelli per il loro risultato e per aver reso questo confronto leale e appassionato". Così la neosegretaria metropolitana Silvia Roggiani. 

Commenti
    Tags:
    roggianipeluffosegreteriapdpd milanopd lombardia







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.