A- A+
Milano
Il campo da calcetto? A Milano si prenota con un'App
Calcetto

Cercare online un campo da calcetto o da tennis in tutta Milano, meglio se vicino a casa propria, prenotarlo e pagarlo in anticipo. Anche i 105 centri sportivi convenzionati con il Comune di Milano partecipano a ‘PrenotaunCampo’, la start up digitale dedicata agli sportivi milanesi. Attraverso il sito, e anche via tablet e smarthpone grazie alle App, sarà possibile cercare, prenotare e pagare online qualsiasi campo da gioco in città per moltissime discipline sportive, in pochi click. La partnership tra Comune e ‘Prenotauncampo’ è stata salutata con l’allestimento di un campetto di ‘kick-biliard’ in piazzetta San Fedele. “Vogliamo semplificare la vita di chi pratica sport a Milano - dichiara l’assessora Chiara Bisconti – e siamo felici di poter collaborare con una start-up di giovani. Stiamo sviluppando, insieme ad altri soggetti, diverse applicazioni per rendere più semplice e accessibile lo sport di base, dai playground pubblici ai centri dati in concessione. Oggi chi vuole organizzare una partita con gli amici può farlo molto più velocemente. Milano sarà la prima Smart City d'Italia ad avvicinare lo Sport ai cittadini”.

"Per PrenotaUnCampo questa partnership rappresenta davvero un'importante occasione. Offriamo un servizio che può aiutare concretamente gli utenti e gli sportivi a trovare, con un semplice click, il campo sportivo più vicino e disponibile; grazie alla collaborazione con il Comune di Milano molti più cittadini potranno conoscere i nostri servizi e giovarne – commenta Nicola Biffi, Ceo della società – voglio ringraziare l'assessora Bisconti per aver da subito riconosciuto in ‘PrenotaUnCampo’ un servizio innovativo e utile al settore sportivo milanese”. ‘Prenotauncampo’ offre la possibilità di prenotare oltre 1.550 campi in tutta Italia, mentre gli utenti attivi ad oggi oltrepassano i 34.000, aumentando di settimana in settimana.

Tags:
prenotauncampostart upchiara bisconticalcetto







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.