A- A+
Milano
Il carcere minorile Beccaria è una polveriera: la rivolta dei detenuti
Carcere per minori Beccaria di Milano

Nella notte tra domenica e lunedì è esplosa una rivolta da parte di alcuni giovani detenuti del carcere minorile Beccaria di Milano

 

Il carcere minorile Beccaria è una polveriera pronta ad esplodere. Tornano a denunciare la situazione ormai tesissima i sindacati di Polizia penitenziaria Sappe e Sinappe, che riferiscono della rivolta esplosa nella notte tra domenica e lunedì. "Durante la permanenza all’aria aperta – recita una nota di Sinappe – i detenuti hanno iniziato a manifestare, rifiutandosi di tornare nelle proprie celle e solo grazie ad un intervento da parte dell’ispettore di sorveglianza generale e del preposto, hanno accettato di rientrare. Appena giunti in sezione i detenuti hanno iniziato a creare disordini e ad incendiare capi di abbigliamento, coperte e cuscini e a danneggiare il locale adibito a sala tv, gli arredi delle celle, televisori, lanciare tavoli dalle scale, sputi e a minacciare gli agenti".

A fare esplodere la rivolta, l'aggressione di 13 minorenni nei confronti di un coetaneo, nel contesto di quella che appare come una guerra tra bande. Una volta ammoniti, con la chiusura chiusura, in via precauzionale, della sezione detentiva, gli aggressori hanno dato in escandescenze. La situazione è rientrata dopo l’intervento della polizia penitenziaria: "Ma all’ora di pranzo i detenuti hanno ricominciato a protestare gettando nel corridoio del refettorio il cibo e incendiando materiale di varia natura presente in sezione".

"Già prima di Capodanno – spiegano dal sindacato Sappe – l’istituto superava la capienza di detenuti di ben 5 unità, 53 invece di 48; in data 11 gennaio siamo a quota 57 e dal locale Centro per la Giustizia Minorile di Milano non risulta che vi sia stata alcuna richiesta di sfollamento".

Tags:
carcere minorile beccariacarcere beccariarivolta carcere beccaria







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.