A- A+
Milano
Il consiglio lombardo: "Milano sospenda area B, C e Ztl"
Area B

Il consiglio lombardo: "Milano sospenda area B, C e Ztl"

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato una mozione che chiede al Comune di Milano la sospensione di Area B, C e delle Ztl. A votare a favore del documento, presentato da FI, e' stata la maggioranza di centrodestra, contrarie le opposizioni. L'obiettivo e' di cercare di limitare gli assembramenti sui mezzi pubblici. Con l'approvazione della mozione, la giunta si impegna a: prevedere, in accordo con i Comuni, la sospensione di Area B, Area C e delle Ztl presenti nelle citta' lombarde per tutto il periodo della pandemia. Poi viene chiesto di sospendere il pagamento nelle strisce blu e di integrare il servizio pubblico studiando convenzioni con aziende private di trasporto passeggeri, oltre che con i taxi e gli ncc.

Inoltre nel documento si legge: "Prevedere, in accordo con i privati, forme di trasporto regionale integrate ricorrendo all'ausilio di societa' private di trasporto bus per incrementare la disponibilita' di "navette" per il trasporto passeggeri; richiedere al Governo, all'interno della Conferenza Stato-Regioni, di destinare risorse integrative ai servizi ausiliari, complementari e suppletivi di trasporto pubblico. Infine prevedere, in accordo con le Citta' lombarde che dispongono di linee metropolitane di volersi dotare di sistemi elettronici di conteggio ingressi/uscite nelle stazioni e sui treni. Il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Gianluca Comazzi, ha sottolineato: "I dati sui contagi in Lombardia sono allarmanti e uno dei nodi da sciogliere riguarda la gestione del trasporto pubblico locale. A Milano, che rischia di diventare un focolaio, la giunta Sala deve sospendere subito Area B e Area C".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    regione lombardiacomune milanoarea barea c






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    "No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
    Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.