A- A+
Milano
Il Cpr, ovvero il lager della vergogna di destra e di sinistra
Il Cpr di via Corelli (foto: Luciano Muhlbauer)

Il Cpr, ovvero il lager della vergogna di destra e di sinistra

Cerchiamo di dire qualcosa di ponderato e moderato (anche oggi): il Cpr di via Corelli è un campo di concentramento. Punto. Sono campi di concentramento quelli in Libia che dovrebbero servire (e in effetti non servono) a impedire gli sbarchi sulle nostre coste. Qualcuno dirà: il Cpr serve perché non c'è altro modo di contenere l'emergenza clandestinità. Io dico: non c'è nessuna motivazione valida per assuefarsi all'orrore. La clandestinità si può combattere chiudendo i porti, chiudendo i confini (ma non sarebbe meglio non farli entrare che farli entrare per metterli in carcere?), facendo accordi internazionali, disincentivando gli esodi, o quel che vi pare ma senza creare dei lager.

Il Cpr non è una questione di destra o di sinistra, e se anche a sinistra e a destra la smettessero di farne una questione di religione, ma ne facessero una questione di legalità, forse ne potremmo uscire una volta per tutte. E dunque: è giusto o non è giusto essere detenuti in un posto senza processo? Ovviamente no. E' giusto o non è giusto vedersi limitate le proprie libertà minime e fondamentali senza regolare giudizio? Ovviamente no. Ci scandalizziamo quando usano la carcerazione preventiva in modo disinvolto nei confronti di privati cittadini, di politici, o di chiunque altro? Ovviamente sì. Ci scandalizziamo quando un ministro - peraltro di sinistra - come Speranza vorrebbe le delazioni e i controlli nei nostri inviolabili domicili e residenze oppure no? Ovviamente sì. Ci scandalizziamo se per caso insultano, o percuotono qualche italiano per un qualunque motivo, sia esso razziale o sessuale o politico, oppure no? Ovviamente sì. E visto che le risposte sono tutte sul sì, non è possibile né accettabile che Milano abbia nei suoi confini un Cpr. Un garantista aborrisce i Cpr. C'è di che arrossire, di vergogna. E smetterla di fare quelli di sinistra (che poi riaprono i Cpr) o quelli di destra (che avendoli inventati, li difendono).

fabio.massa@affaritaliani.it

Commenti
    Tags:
    cprvia corelliimmigrati
    Loading...

    Regione Lombardia Video News








    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Covid, un'emergenza infinita sinonimo di "nuova condizione di normalità"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Clizia Incorvaia brinda con le bollicine colorate, fan in tilt
    Francesco Fredella
    Centro Mounier - Diretta Streaming - Curare e guarire dal Covid-19 a domicilio


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.