A- A+
Milano
Il “precedente” Formigoni: “Contesto non chiaro”. Fi: “Non piace il sistema della custodia cautelare”. Caos Lega Nord

di Fabio Massa

Glielo ricorderanno, a Roberto Maroni. Gli ricorderanno di quando Formigoni cadde per colpa dell’inchiesta su Zambetti. E, tra l’altro, Zambetti non era il vice. Oggi l’ex governatore, contattato da Affaritaliani.it, è quasi lapidario alla domanda se Maroni si debba dimettere oppure no, visto il precedente: “Non è chiaro il contesto, non sono in grado di rispondere”. Per la serie: nessuna solidarietà e nessuna condanna.

Chi invece la butta sul tecnico è Claudio Pedrazzini, capogruppo azzurro, che spiega ad Affari: “Il sistema della custodia cautelare non mi piace a una prima valutazione. Analizzeremo meglio quanto accaduto anche alla luce della risalenza del tempo dei fatti contestati rispetto ai quali sembrerebbe non ci sia stata l’anticipazione di un avviso di garanzia rispetto all’emissione di un ordine di custodia cautelare emesso nel momento in cui Mario Mantovani non aveva più deleghe operative”.

E la Lega Nord? Per adesso tutto tace. Bocche cucite fino almeno al pomeriggio. Ma tutti hanno le facce scure scure, mentre il Movimento 5 Stelle festeggia con le arance in Piazza Lombardia. Il più scuro pare proprio Matteo Salvini, alle prese con una tempesta giudiziaria che potrebbe accompagnare il governatore negli ultimi mesi prima delle elezioni di Milano e che indebolisce di molto la posizione della Lega Nord sia nei confronti degli avversari che nei confronti degli altri partner di coalizione…

@FabioAMassa

Iscriviti alla newsletter
Tags:
roberto formigonimario mantovaniclaudio pedrazzini






A2A
A2A
i blog di affari
Covid, nuovi varianti in vista: l'emergenza virale è normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Italia nazione più colpita in Europa dal traffico di identità digitale
Con Enrico Letta c’è il futuro verde del PD e dell’Italia
Mauro Buschini*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.