A- A+
Milano
Il segnale di banche e industria ad Attilio Fontana. Il commento
Lombardia 2030

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

Il segnale di banche e industria ad Attilio Fontana. Il commento

Quello che è successo durante Lombardia 2030, l'evento organizzato da Regione per capire quale deve essere l'ente del futuro ha un significato intrinseco che magari può sfuggire agli elettori, ma non sfugge affatto ai tantissimi che vivono nella business community. Sul palco, con Attilio Fontana, invitati da Attilio Fontana in un evento che di certo non è elettorale, ma sicuramente molto politico in quanto esprime le linee programmatiche da qui a 8 anni, sono salite personalità del calibro di Marco Tronchetti Provera, Claudio Descalzi di ENI, Luigi Ferraris ad di Ferrovie, Andrea Orcel ad di Unicredit. Insomma, il mondo delle multiutility, il mondo delle banche, i grandi colossi industriali. E in sala c'erano proprio tutti quelli che contano in Lombardia.

Che cosa vuol dire? A suo modo, è un segnale. Perché tutte queste personalità avrebbero potuto rifiutare, avrebbero potuto non metterci la faccia, magari accampando qualche scusa. E invece ce l'hanno messa. Attilio Fontana ha lanciato un guanto di sfida, che risponde alle centinaia di persone di Letizia Moratti, che hanno affollato le Stelline di Milano. Adesso vedremo che cosa proporrà Pierfrancesco Majorino, nel suo evento di sabato. Di certo la campagna elettorale è iniziata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fontanalombardia 2030







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.