A- A+
Milano
Immigrati, Bordonali nella tendopoli di Agrate: "Il Ministero mente..."
Immigrati, la tendopoli di Agrate Brianza

"Un viavai continuo, 124 persone che vagano senza sosta. Questa è la dimostrazione plastica che allestire una tendopoli significa non voler trovare una soluzione". Lo ha detto l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, Simona Bordonali, al termine del sopralluogo effettuato con il capogruppo della Lega Nord al Pirellone, Massimiliano Romeo, ad Agrate Brianza presso gli spazi dell'ex casa cantoniera (SP 11, viale delle Industrie), adibiti a centro di accoglienza per richiedenti asilo.

tendopoli 02Immigrati, la tendopoli di Agrate BrianzaGuarda la gallery

"Il 50 per cento di queste persone - ha continuato Bordonali - non richiede protezione internazionale e se ne va. Questo significa che i dati del ministero sono falsi. Ho trovato ragazzi ventenni che arrivano da Bangladesh, Senegal e Gambia: Stati che non sono in guerra. Non ci sono donne, anziani e bambini. Significa che tra coloro che sono ospitati qua nessuno scappa dalla guerra". Ad Agrate sono state allestite quindici tende, nessuna della colonna mobile regionale della Protezione civile. "La Provincia di Monza e Brianza - ha aggiunto l'assessore - ha dato disponibilità sulla struttura, dimostrando ancora una volta di avere più a cuore l'accoglienza dei clandestini che non i problemi di disoccupati ed esodati brianzoli".

"Si tratta di una situazione generalizzata in tutta la Lombardia. Il ministero - ha concluso Bordonali - scarica sui territori la propria incapacità con conseguenze devastanti sulla sicurezza. Voglio ricordare che la Lombardia è la seconda regione italiana per numero di richiedenti asilo. Qui spazi non ce ne sono proprio più".

Tags:
simona bordonaliimmigrazionemassimiliano romeo







A2A
A2A
i blog di affari
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.