A- A+
Milano
Immigrazione, no accoglienza: la battaglia del sindaco di Bagnolo Mella

E' il sindaco di centrodestra Cristina Almici, di Bagnolo Mella, in provincia di Brescia a mettere in discussione i provvedimenti del governo a tutela dei richiedenti asilo. "L'amministrazione comunale di Bagnolo Mella, come ufficialmente espresso al Prefetto, è contraria all'accoglienza dei richiedenti asilo presso la nostra comunità", così, con una locandina affissa in città e postata su internet, il sindaco invita i cittadini a rifiutare i 35 euro al giorno per l'ospitalità ai migranti. "L'amministrazione -  avverte nel documento - conta sulla collaborazione dei cittadini e società private affinché non vengano accolti profughi in alcun immobile privato e si possa evitare l'assegnazione di richiedenti asilo sul territorio bagnolese". La Almici ricorda come sia diventato "problematico aiutare i nostri compaesani in gravi condizioni economiche" e "impossibile sostenere le esigenze di eventuali profughi assegnati a Bagnolo Mella".

"Questi sono sindaci coraggiosi e io sto con loro". L'ha scritto su Facebook il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni commentando l'iniziativa delle locandine, fatte affiggere in paese a Bagnolo Mella (Brescia), dal primo cittadino Cristina Almici contro l'arrivo dei profughi. Il sindaco e l'Amministrazione comunale hanno tappezzato il paese con locandine che esprimono 'contrarieta' all'accoglienza dei richiedenti asilo presso la nostra comunita''. Per 'Amministrazione di Bagnolo Mella, a causa dei tagli ai trasferimenti statali, 'e' impossibile sostenere le esigenze di eventuali profughi'. Il messaggio del sindaco e' diretto anche a quanti, privati o societa', volessero incassare il contributo offerto dalla Prefettura di 35 euro.

Tags:
bagnolo mellaprofughicristina almiciroberto maroni







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.