A- A+
Milano
Immigrazione, no accoglienza: la battaglia del sindaco di Bagnolo Mella

E' il sindaco di centrodestra Cristina Almici, di Bagnolo Mella, in provincia di Brescia a mettere in discussione i provvedimenti del governo a tutela dei richiedenti asilo. "L'amministrazione comunale di Bagnolo Mella, come ufficialmente espresso al Prefetto, è contraria all'accoglienza dei richiedenti asilo presso la nostra comunità", così, con una locandina affissa in città e postata su internet, il sindaco invita i cittadini a rifiutare i 35 euro al giorno per l'ospitalità ai migranti. "L'amministrazione -  avverte nel documento - conta sulla collaborazione dei cittadini e società private affinché non vengano accolti profughi in alcun immobile privato e si possa evitare l'assegnazione di richiedenti asilo sul territorio bagnolese". La Almici ricorda come sia diventato "problematico aiutare i nostri compaesani in gravi condizioni economiche" e "impossibile sostenere le esigenze di eventuali profughi assegnati a Bagnolo Mella".

"Questi sono sindaci coraggiosi e io sto con loro". L'ha scritto su Facebook il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni commentando l'iniziativa delle locandine, fatte affiggere in paese a Bagnolo Mella (Brescia), dal primo cittadino Cristina Almici contro l'arrivo dei profughi. Il sindaco e l'Amministrazione comunale hanno tappezzato il paese con locandine che esprimono 'contrarieta' all'accoglienza dei richiedenti asilo presso la nostra comunita''. Per 'Amministrazione di Bagnolo Mella, a causa dei tagli ai trasferimenti statali, 'e' impossibile sostenere le esigenze di eventuali profughi'. Il messaggio del sindaco e' diretto anche a quanti, privati o societa', volessero incassare il contributo offerto dalla Prefettura di 35 euro.

Tags:
bagnolo mellaprofughicristina almiciroberto maroni






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.