A- A+
Milano
Sci, Garavaglia: "Stagione finita, colpa del Governo. Indennizzi subito".VIDEO

Impianti sciistici, il ministro Garavaglia incontra gli stakeholder lombardi

A Palazzo Lombardia a Milano incontro con il ministro per il Turismo Massimo Garavaglia per fare il punto della situazione sulle attivita' dei comprensori sciistici e le conseguenti ripercussioni provocate dalla decisione di ieri del governo di procrastinare al 5 marzo l'apertura degli impianti di risalita nelle localita' montane. All'appuntamento con gli stakeholder del settore sono presenti, fra gli altri, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e gli assessori regionali Massimo Sertori (Montagna ed Enti locali) e Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale)

Garavaglia: "Sci, stagione finita a causa del Governo, subito indennizzi"

 L'incontro in Regione Lombardia con gli operatori turistici del mondo dello sci "serviva a capire l'entità del danno subito dagli operatori montagna. Il danno è legato a una scelta del Governo, e i danni vanno indennizzati, non bisogna parlare di ristori". Lo ha detto ministro per il Turismo, Massimo Garavaglia, in conferenza stampa a Milano, spiegando che quella di oggi è stata "una riunione operativa".  L'incontro in Regione Lombardia con gli operatori turistici del mondo dello sci "serviva a capire l'entità del danno subito dagli operatori montagna. Il danno è legato a una scelta del Governo, e i danni vanno indennizzati, non bisogna parlare di ristori". Lo ha detto ministro per il Turismo, Massimo Garavaglia, in conferenza stampa a Milano, spiegando che quella di oggi è stata "una riunione operativa".

Gli indennizzi per la montagna dopo la chiusura degli impianti saranno nel prossimo decreto ristori, il 'quinquies'. Lo ha detto  Garavaglia. "Le prime risposte devono essere subito nel testo del decreto e non in sede conversione con emendamenti se no si perde altro tempo", ha detto il neoministro dopo la riunione con gli operatori, ribadendo poi che "nel prossimo decreto da 32 miliardi una quota andrà alla montagna, non penso ci siano problemi a capire l'entità di questo danno e di quello che va fatto".

"Nel prossimo decreto, una quota dei 32 miliardi andra' alla montagna. Alla luce di quello che e' successo, credo che sara' una quota importante. Non ci sono problemi a capire l'entita' del danno". Lo ha detto il ministro per il Turismo, Massimo Garavaglia, intervenendo ad una conferenza stampa in Regione Lombardia dopo l'incontro con gli stakeholder del settore. "L'entita' del danno e' ancora da quantificare, ma secondo le stime fatte dalle Regioni, per il sistema montagna, tolto gli impianti, parlano gia' di 4,5 miliardi, a questi vanno aggiunte le risorse per gli impianti di risalita" ha aggiunto.

 

Fontana: "Il Governo riveda il sistema di classificazioni"

"Il Governo riveda modalità e tempi con cui si decidono i cambiamenti di colore e le riaperture, così è schizofrenico e non va nella direzione di contrastare efficacemente epidemia". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia che, con il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia e gli assessori Lara Magoni (Moda, Marketing territoriale e Turismo) e Massimo Sertori (Montagna ed Enti locali), e il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio ha incontrato i gestori degli impianti sciistici. "Abbiamo ascoltato il grido di dolore di tanti operatori - ha spiegato Fontana - dei sindaci e dei rappresentanti delle Comunità montane. Ci hanno espresso la loro angoscia e disillusione perché questo può essere davvero un colpo decisivo per le sorti di tanti comprensori". "La contestazione principale - ha chiosato Fontana - è anzitutto al metodo. Meno di una settimana fa il Cts aveva dato il via libera alla riapertura degli impianti, i gestori si erano attrezzati e noi avevamo emesso un'ordinanza per riprendere le attività sciistiche nel rispetto delle regole concordate fra Regioni, Governo e Cts. La nostra, in particolare, prevedeva riaperture al 30%. Purtroppo all'ultimo momento è arrivata questa doccia gelata che ha bloccato la ripartenza. Da parte di tutti si sono sollevate una serie di richieste, di ristori e di risarcimenti del danno".

LE REAZIONI DELLE OPPOSIZIONI

De Rosa (M5S): "Garavaglia, membro dell'esecutivo e portevoce dell'opposizione"

 "Prima erano gli odiatori della Lombardia, poi e' stato l'algoritmo, questa sera il presidente Fontana e il ministro Garavaglia hanno spiegato che la colpa e' della normativa attuale che - udite, udite - consente al ministro della Salute di prendere decisioni relative alla salute". Cosi' Massimo De Rosa, capogruppo del Movimento Cinque Stelle al Consiglio regionale lombardo, commenta in una nota la conferenza stampa del presidente Fontana e del neo ministro del Turismo Garavaglia, che - sottolinea il pentastellato - "e' riuscito anche a stabilire un primato: per la prima volta un membro dell'esecutivo e' anche portavoce dell'opposizione al governo di cui e' parte. E dopo due soli giorni dal giuramento. Un capolavoro". "Purtroppo ancora una volta l'istituzione regionale e' svilita dal dover essere il palcoscenico per il triste spettacolo al quale assistiamo da inizio marzo. Parole, propaganda e annunci seguiti da zero fatti. L'unico dato concreto che il ministro Garavaglia ha saputo comunicare riguarda gli aiuti che arriveranno agli operatori del turismo e alla montagna. Si tratta dei 32 miliardi stanziati grazie al voto sullo scostamento di bilancio voluto dal governo Conte e dei fondi del Recovery fund, ottenuti dal governo Conte. Un'eredita' importante, con la quale pretendiamo, per il bene delle nostre imprese e dei nostri territori, che il ministro Garavaglia sappia essere all'altezza"

Mirabelli (Pd): "Qualcuno informi Garavaglia che ora la Lega è al Governo"

"Qualcuno informi Fontana e Garavaglia che la Lega ora e' al Governo. Da un anno la giunta lombarda dedica tutto il suo tempo a nascondere le proprie inefficienze ad attaccare il Governo. Ancora oggi, mentre e' evidente l'ennesimo ritardo sulle vaccinazioni agli over 80, Fontana attacca Speranza sullo stop allo sci, invece di affrontare i problemi". Lo scrive su Facebook il senatore lombardo Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato. "Qualcuno - prosegue Mirabelli - informi il Presidente della Regione Lombardia e il Ministro Garavaglia che il Governo e' cambiato e che la Lega e' al Governo e il loro compito e' aiutare a trovare soluzioni, non certo agitare i problemi o provare a prendersi meriti che, quando ci saranno, saranno dell'intero governo. La strada di incassare i vantaggi dell'azione di governo scaricando sugli altri le responsabilita' non porta lontano e non aiuta ne' la Lombardia ne' il Paese"

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    impianti sciisticimassimo garavaglia






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.