A- A+
Milano
Imprenditore arrestato per stupro: le presunte vittime salgono a sei

Imprenditore arrestato per stupro: le presunte vittime salgono a sei

Altre due nuove presunte vittime di Antonio di Fazio sono sentite oggi dagli inquirenti milanesi nell'ambito dell'inchiesta che ha portato in carcere l'imprenditore farmaceutico per un episodio in cui avrebbe narcotizzato, abusato e fotografato una studentessa di 21 anni. Se i loro racconti dovessero avere un riscontro con gli atti d'indagine finora acquisiti salirebbero a sei - stando all'accusa - le vittime accertate del 50enne.

Oltre al caso della 21enne per cui il procuratore aggiunto Letizia Mannella e il pm Alessia Menegazzo hanno chiesto e ottenuto la misura cautelare per di Fazio, sono gia' altre tre le giovani, tutte convocate e sentite negli uffici della procura lunedi', che sarebbero state rese incoscienti con le benzodiazepine, sequestrate e abusate. Una di loro - da quanto emerso - avrebbe messo a verbale di essere stata tenuta contro la sua volonta' da di Fazio nel suo appartamento in centro a Milano per quattro settimane. 

Commenti
    Tags:
    antonio di fazioantonio di fazio arrestatoantonio di fazio stupro







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
    di Avv. Violante Di Falco *
    Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.