A- A+
Milano
Inchiesta mascherine, Marino Costruzioni era negli “appalti neve” di Milano
Coronavirus: mascherine

Inchiesta mascherine, Marino Costruzioni era negli “appalti neve” di Milano

di Francesco Floris 

C'era anche la Marino Costruzioni nei servizi neve di Milano per conto di Amsa fino al 2017 (da allora non c'è più nella lista fornitori). Ha provato a entrare anche negli appalti di Sogemi, la società pubblica che controlla l'Ortomercato di Milano. L'ultimo servizio? La nevicata del 27-28-29 dicembre che è costata a Palazzo Marino sette milioni di euro. L'impresa coinvolta nell'inchiesta della Procura di Milano che ha messo nel mirino imprenditori, funzionari pubblici e il sindaco di Opera, Antonino Nucera, civico vicino all'Udc, che in piena pandemia dirottava le forniture dei dispositivi medici della Protezione civile direttamente ai suoi uffici per poi distribuirle ad amici e parenti sottraendole alle strutture Rsa, è uno degli assi pigliatutto degli appalti pubblici milanesi e non solo.

Secondo gli inquirenti gli imprenditori Giovanni Marino e Giuseppe Corona, soci e membri del cda della società, utilizzavano l'impresa come procacciatrice di clienti assicurandosi un guadagno triplo rispetto al costo di mercato, a cominciare dall’affare dei termo scanner per il Comune di Opera, la farmacia e gli uffici della polizia locale (quasi 11 mila euro).

L’attività d'indagine svolta dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Milano ha fatto emergere come nell'arco temporale febbraio - ottobre 2020, il Primo Cittadino di Opera, con l'adesione incondizionata della dirigente dell’Ufficio Tecnico, Rosaria Gaeta, legata sentimentalmente allo stesso Antonino Nucera, e l’accondiscendenza di alcuni funzionari e consulenti, abbia sistematicamente interferito in alcune procedure di gara bandite dal Comune per orientare l’assegnazione di lavori pubblici in favore degli imprenditori coinvolti, ricevendo da loro favori e prebende. L'indagine dei Carabinieri dimostrerebbe come il sindaco Nucera e la responsabile del settore Urbanistica, Edilizia, Lavori Pubblici e Ambiente del Comune di Opera avrebbero compiuto atti contrari ai doveri d'ufficio per favorire le società Marino Costruzioni srl e la Veria srl, assegnando alle società lavori pubblici, come il campo sportivo di Opera, il rifacimento della scuola Don Milani e favorendo la Marino Costruzioni nelle procedure per l'acquisto di beni commercializzati. In cambio la Marino e la seconda impresa coinvolta si sono occupate della ristrutturazione dell'abitazione di San Donato Milanese della funzionaria dell'Urbanistica, facendole risparmiare 40mila euro di lavori.

La società, che è accusata anche di gestione illecita di grossi volumi di rifiuti prodotti nei propri cantieri per aumentare il profitto a danno degli enti locali, compare in numerosi appalti pubblici milanesi e altrove. Dove effettua i servizi con i propri mezzi spargisale e lame spartineve. Fra i principali clienti della Marino Costruzioni risultano infatti Amsa – la municipalizzata del Comune di Milano che si occupa di rifiuti e servizi ambientali controllata da A2A, multiutility dell'energia – Anas, il Comune di Piacenza e la Provincia di Lodi.

Secondo gli inquirenti la Marino Costruzioni avrebbe costruito un sistema di traffico illecito di rifiuti realizzato mediante lo stoccaggio, il riutilizzo e l’interramento - in aree di cantiere nel Comune di Opera e in aree agricole all’interno del Parco Sud di Milano - di circa mille tonnellate di fresato d’asfalto ed altro materiale proveniente dalle lavorazioni stradali e da altri interventi degli appaltati ottenuti dai Comuni di Opera, Locate di Triulzi, San Zenone al Lambro, Segrate, Monza, falsificando i dati sul recupero dei rifiuti speciali.

Gli elementi raccolti nell'indagine coordinata dagli aggiunti di Milano Alessandra Dolci (Direzione distrettuale antimafia) e Maurizio Romanelli (pool anticorruzione della Procura) e dai pm Silvia Bonardi Stefano Civardi, ha portato il giudice per le indagini preliminari a stabilire la misura degli arresti domiciliari per i due imprenditori, come per sindaco e funzionaria di Opera, oltre al sequestro preventivo di denaro e beni immobili per Antonio Nucera e Rosaria Gaeta, degli autocarri in servizio alla Marino Costruzioni.

Commenti
    Tags:
    inchiesta mascherinemarino costruzioniappaltimilanoappalti mascherinemascherine covidmilano appalti
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Società semplice: flessibilità nella gestione e protezione del patrimonio
    Gianluca Massini Rosati
    Con i robot collaborativi verso l’industria 5.0
    di Maurizio Garbati
    Ue, dietro il Covid pericolo terrorismo: Usa sconsigliano i viaggi in Italia
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.