A- A+
Milano

Inchiesta tangenti in Lombardia, ecco le carte processuali

I finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Milano hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone, fra cui l'ex eurodeputata FI, Lara Comi (andata ai domiciliari), nell'ambito dell'operazione 'Mensa dei poveri'. In carcere Giuseppe Zingale, dg di Afol, ai domiciliari Paolo Orrigoni, ad dei supermercati Tigros ed ex candidato sindaco a Varese per il centrodestra. CLICCA QUI PER LEGGERE LE CARTE PROCESSUALI

Le indagini, dirette dalla procura di Milano - Direzione Distrettuale Antimafia, dopo l'esecuzione di 43 provvedimenti di limitazione della liberta' personale eseguiti il 7 maggio 2019, hanno fatto emergere "ulteriori delitti di corruzione, truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e illecito finanziamento ai partiti e ai politici, realizzato da amministratori locali, imprese e professionisti a vario titolo coinvolti nell'indebito drenaggio di risorse pubbliche di societa' e/o enti a partecipazione pubblica". Strumentali al raggiungimento di tali scopi, spiegano gli investigatori, "si sono rivelati il ricorso a false fatturazioni tra imprese, l'attribuzione - da parte di societa' pubbliche - di incarichi di consulenza fittizi o inutili o solo formali utilizzati per occultare il pagamento del prezzo della corruzione per ottenere favori nelle procedure amministrative". La parte odierna dell'indagine, relativa a vicende accertate in epoca successiva agli arresti del 7 maggio scorso, riguarda "fatti corruttivi" tesi a far ottenere ad un imprenditore varesino "il cambio di destinazione urbanistica di un'importante area, da industriale a commerciale, nell'ambito della variante generale al Piano di Governo del Territorio di un Comune del varesotto in fase di approntamento, per potervi edificare un'attivita' commerciale"; a professionisti e imprese compiacenti "fittizi incarichi di consulenza, conferiti da societa' a partecipazione pubblica, in cambio della successiva retrocessione agli indagati di parte del corrispettivo incassato a fronte dell'incarico stesso". Contestati anche una truffa ai danni del bilancio dell'Unione Europea in relazione a "fittizi contratti stipulati per mansioni di collaborazione con spese a carico del Parlamento Europeo, al fine di creare surrettizie provviste di denaro a favore degli indagati mediante la retrocessione di una quota parte del corrispettivo liquidato"; illeciti finanziamenti erogati da un imprenditore bresciano a un candidato alle elezioni europee del 26 maggio 2019; emissione di fatture false, allo scopo di occultare i reati in questione.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE CARTE PROCESSUALI

Loading...
Commenti
    Tags:
    tangenti in lombardia

    Regione Lombardia Video News









    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    La piattaforma “Elio”: la nuova prospettiva di business nel segmento del lusso
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Violenza domestica, ospedale, avvocato e denuncia: l'iter per l'allontanamento
    Di Federica Mendola *
    Targa in memoria di Enzo Tortora: via Piatti e via Giangiacomo Mora a Milano
    Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.